Wezmeh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wezmeh
Ghār-e Wezme
EpocaPaleolitico superiore
Localizzazione
StatoIran Iran
ProvinciaKermanshah
Scavi
Data scoperta1999
ArcheologoKamyar Abdi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 34°03′30.87″N 46°38′52.62″E / 34.058576°N 46.647949°E34.058576; 46.647949

La grotta Wezmeh (Persiano غار وزمه Ghār-e Wezme) è un sito paleontologico e archeologico in grotta nei pressi di Islamabad Gharb, Kermanshah, nell'Iran occidentale. Il sito è stato scoperto da un team di archeologi iraniani guidato dal Dr. Kamyar Abdi nel 1999. In seguito il sito è stato scavato nel 2001 dalla stessa squadra.

Un gran numero di resti fossili di animali e un dente umano del Paleolitico superiore sono stati scoperti finora nella grotta. I resti umani sono stati studiati da Erik Trinkaus e Bruno Maureille. I resti dell'animale appartengono alla volpe rossa, iena maculata, orso bruno, lupo, leone, leopardo, equidi, rinoceronti, ecc. I resti faunistici sono stati studiati dal Dr. Marjan Mashkour e i suoi colleghi presso il Museo di Storia Naturale di Parigi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mashkour, M., H. Monchot, E. Trinkaus, J-L. Reyss, F. Biglari, S. Bailon, S. Heydari, K. Abdi 2009, "Carnivores and their prey in the Wezmeh Cave (Kermanshah, Iran): A Late Pleistocene refuge in the Zagros," International Journal of Osteoarchaeology 19: 678-694.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]