Vivo d'Orcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vivo d'Orcia
frazione
Vivo d'Orcia – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Siena-Stemma.svg Siena
ComuneCastiglione d'Orcia-Stemma.png Castiglione d'Orcia
Territorio
Coordinate42°56′02″N 11°38′17″E / 42.933889°N 11.638056°E42.933889; 11.638056 (Vivo d'Orcia)Coordinate: 42°56′02″N 11°38′17″E / 42.933889°N 11.638056°E42.933889; 11.638056 (Vivo d'Orcia)
Altitudine870 m s.l.m.
Abitanti532 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale53023
Prefisso0577
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantivivaiolo, vivaioli[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vivo d'Orcia
Vivo d'Orcia

Vivo d'Orcia è una frazione del comune italiano di Castiglione d'Orcia, nella provincia di Siena, in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Ubicata alle pendici nord del monte Amiata a una quota media di 930 m s.l.m. è totalmente immersa fra i boschi di castagno e rappresenta il borgo più alto di tutto il comprensorio amiatino. Dai suoi territori, in particolare presso le sorgenti dell'Ermicciolo, sgorga il torrente Vivo, uno dei principali affluenti del fiume Orcia. Le sorgenti dell'Ermicciolo sono peraltro un'importante fonte idrica per gli acquedotti della Val di Chiana e di Siena.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ubicata alle falde del monte Amiata, possiede degli edifici religiosi risalenti all'XI secolo. A monte del borgo, 1100 m s.l.m., è situato un minuscolo romitorio intitolato a San Benedetto. Esso appartiene al Monastero del Vivo, fondato da San Romualdo nell'XI secolo ed un tempo abitato dai monaci Camaldolesi, che si trova a valle del borgo. I due manufatti sono tra loro collegati da un sentiero realizzato lungo il corso del fiume che scorre a valle della frazione. Lungo il percorso vi sono tracce di vecchie installazioni industriali, quali cartiere e mulini ad acqua, risalenti ai secoli scorsi ed ormai abbandonate e ricoperte dalla folta vegetazione della zona.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Marcello
  • Monastero del Vivo
  • Palazzo Cervini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 630.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana