Verde di Dresda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il diamante verde di Dresda inserito in un ornamento con oltre 400 altri diamanti e gemme.

Il verde di Dresda è il diamante di colore verde più grande del mondo (40,72 carati - 8,144 grammi).

È conservato in un museo all'interno del castello di Dresda. Il colore verde è estremamente raro nei diamanti, e si ritiene sia dovuto ad esposizione a materiali radioattivi.

Il diamante proviene molto probabilmente dalle celebri miniere di Golconda in India, ma la data del suo ritrovamento non è nota. Le prime notizie della sua esistenza risalgono al 1722, riportate in un articolo di una rivista inglese. Un mercante olandese lo vendette alla fiera di Dresda del 1742 al re Augusto III di Polonia.

Nel 1768 il diamante fu inserito in un ornamento estremamente prezioso, comprendente altri due diamanti di grande caratura e 411 pietre preziose di dimensioni medie o piccole.[1]

Nel 2000 la gioielleria Winston di New York organizzò un'esposizione di gioielli alla Smithsonian Institution di Washington, in cui comparivano anche il diamante verde di Dresda e l'Hope, celebre diamante blu.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dirk Syndram, Prunkstücke des Grünen Gewölbes zu Dresden, Lipsia, Seemann, 2006, pag. 166-173.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]