Vecchio di Croghan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Vecchio di Croghan al museo nazionale d'Irlanda

Il Vecchio di Croghan è una mummia di palude risalente all'età del ferro rinvenuto in una torbiera in Irlanda nel giugno del 2003. Prende il nome da Croghan Hill, a nord di Daingean nella contea di Offaly, luogo nelle cui vicinanze fu rinvenuto. È esposto al museo nazionale d'Irlanda, Dublino.

La sua altezza stimata, ottenuta in via indiretta dalle proporzioni del braccio, si sarebbe dovuta aggirare intorno a 1,98 metri. L'uomo era molto alto per il periodo in cui visse ed è la mummia di palude più alta finora rinvenuta.

Si presume che il Vecchio di Croghan appartenesse ad un ceto sociale elevato, fatto dimostrato dalle unghie molto ben tenute, non rovinate da lavori manuali.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Si suppone che l'uomo sia stato ucciso tramite pugnalata al torace, decapitato e successivamente il suo corpo sia stato tagliato a metà. Tutto ciò è stato dedotto dalla mancanza della parte inferiore del corpo e dal fatto che la testa fosse posizionata sotto i resti. Inoltre su un braccio è possibile notare una cicatrice, segno del fatto che, forse, abbia cercato di difendersi dall'attacco subito. Sono evidenti segni di profondi tagli sotto i capezzoli. In vita è stato malato di pleurite, evidenziata da cicatrici sui polmoni.

Il suo ultimo pasto, desunto dai resti del suo stomaco, fu a base di grano e latticini. Al momento della sua morte, era completamente nudo, tranne per una fascia di pelle intrecciata attorno alla mano sinistra.

La sua morte è inquadrata in un intervallo di tempo che va dal 362 a.C. al 175 a.C. Dalle ricerche eseguite sul corpo, si è dedotto che fu ucciso quando aveva circa 20 anni d'età, in merito ai motivi di questa uccisione, Ned Kelly capo antichità del Museo Nazionale d'Irlanda, ritiene [senza fonte]che sia stato sacrificato per garantire una buona raccolta di grano e di latte nella terre vicine.

Teorie su chi fosse[modifica | modifica wikitesto]

L'uomo era molto ricco e importante, alto, imponente e le indagini hanno dimostrato che, nonostante il suo ultimo pasto fosse stato piuttosto povero, abbia goduto di un'ottima alimentazione mangiando spesso carne. Una fonte sulla sua possibile collocazione nella scala gerarchica è data da San Patrizio che descrive molte usanze dei popoli irlandesi. Una di queste dice che era un segno di fortuna succhiare i capezzoli dei re. Si può notare un taglio sotto il capezzolo, presente in diverse mummie trovate vicino al sito. Le analisi della torba hanno evidenziato in quel periodo un cambiamento climatico con l'abbassamento delle temperature e l'aumento della piovosità. Si può pensare quindi che i druidi, i sacerdoti/stregoni che interpretavano la natura e che incoronavano i re abbiano pensato che fosse stato il re a aver offeso gli dei e causato la loro ira e che sacrificandoli gli avrebbero placati. Purtroppo mancano ancora troppi elementi per capire la sua vera identità.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]