Validazione (industria farmaceutica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'industria farmaceutica la validazione o convalida o validation è una serie di attività che l'officina produttiva deve eseguire allo scopo di dimostrare la ripetibilità di un qualsiasi processo utilizzato nella produzione di farmaci ad uso umano o veterinario. La ripetibilità è altresì correlata alla capacità del processo di rendere un prodotto che sia conforme alle specifiche di riferimento i cui limiti sono stati dichiarati ai Ministeri della Salute dei paesi a cui è destinato il farmaco. Lo scopo del Validation è quindi di dimostrare che un determinato processo o sottoprocesso sia ripetibile fornendo un prodotto le cui caratteristiche soddisfano le specifiche definite.
La Convalida è una delle attività inserite nelle norme di buona fabbricazione (NBF) o Good Manufacturing Practice (GMP) a cui il settore produttivo farmaceutico deve riferirsi per approntare un sistema di qualità efficace.
Da notare che la buona riuscita delle attività correlate alla convalida (e la corretta documentazione delle stesse) è "vincolante" per l'approvazione del farmaco presso i Ministeri della Salute, e quindi per il rilascio sul mercato dei lotti di prodotto.

Definizione Accettata[modifica | modifica sorgente]

Le norme internazionali del settore farmaceutico, sembrano convergere sulla seguente definizione di Validation:
"Fornire un’evidenza documentata garantendo, con un alto grado di sicurezza, che uno specifico processo (o sottoprocesso) sia in grado di rendere in maniera ripetibile un prodotto conforme alle specifiche registrate ed agli standard di qualità predeterminati a priori"

Tipologie di Validation[modifica | modifica sorgente]

Partendo dal presupposto che qualsiasi attività effettuata all'interno dell'officina farmaceutica che abbia impatto sulle specifiche registrate del prodotto (titolo del principio attivo o degli eccipienti, livello delle impurezze, caratteristiche chimico-fisiche ecc.) debba risultare oltre che ripetibile anche scevra da "errori sistematici legati al processo", la validazione dovrà essere eseguita su ciascun processo o sottoprocesso legato alla produzione ed al successivo rilascio di un farmaco sul mercato. Si parla quindi di:

  • Process Validation: convalida del processo di produzione, dal primo step di manifattura allo stoccaggio finale
  • Equipment Validation: convalida degli equipment utilizzati per la produzione del farmaco, dalla manifattura al confezionamento (ad esempio miscelatori, mulini, blisteratrici, astucciatrici ecc.)
  • Utilities Validation: convalida delle Utilities a servizio della produzione (HVAC, sistema aria compressa, sistema di acqua purificata ecc.)
  • Computer System Validation: convalida dei sistemi informativi di supporto alla produzione ed al Quality Assurance con impatto sulla qualità del prodotto (sistemi ERP, LIMS, MES, PLC ecc.)
  • Cleaning Validation: convalida dei metodi di pulizia degli equipment utilizzati per la produzione dei farmaci
  • Analytical Method Validation: convalida dei metodi di analisi chimica e fisica eseguiti sui farmaci

Riferimenti normativi e linee guida[modifica | modifica sorgente]

  • Farmacopea Ufficiale Europea 5º edizione 2005. Monografia: sostanze per uso farmaceutico
  • EU GMP Vol. IV – Guide to Good Manufacturing Practice for Medicinal Products
  • EU GMP Vol.IV Annex 15 – Qualification and Validation
  • Directive 75/319/EEC - obligations of pharmaceutical products for human use
  • ISPE - Good Automated Manufacturing Practice (GAMP) Guide Version 5, 2008
  • PIC/S Recommendations on Validation Master Plan, Installation and Operational Qualification, etc.), Document PI 006-1
  • US 21 CFR Part 210 & 211 - cGMP for finished pharmaceuticals
  • ISPE Pharmaceutical Engineering Guides: Commissioning & Qualification