Unione stampa filatelica italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francobollo emesso in Italia nel 2006 che celebra l'Usfi

L’Unione stampa filatelica italiana (acronimo Usfi) è un’associazione di giornalisti e scrittori italiani che si occupano di filatelia.

Venne fondata a Firenze, presso palazzo Strozzi, l’8 maggio 1966. Per buona parte della sua vita (cioè fino al 2002) è stata presieduta da Fulvio Apollonio; poi si è deciso di prevedere, per tale carica di rappresentanza, un mandato triennale, eventualmente rinnovabile una volta. Sono seguiti quindi Renato Russo (dal 2002 al 2008) e Danilo Bogoni (dal 2008 al 2014). Attuale presidente è Fabio Bonacina (dal 2014).

Nel tempo, il suo impegno è stato ricordato anche con cartevalori postali da Italia (1 settembre 2006), San Marino (29 maggio 1971, 12 febbraio 1991, 21 agosto 2006), Vaticano (in questo caso, aerogrammi: 22 giugno 2006, 10 maggio 2016) e Sovrano militare ordine ospedaliero di Malta (13 marzo 2006).

Francobollo emesso dalle Poste magistrali del Sovrano militare ordine di Malta nel 2006

Scopi[modifica | modifica wikitesto]

L’Usfi si propone di:

  • riunire in un solo organismo quanti si occupano di stampa filatelica in Italia;
  • favorire lo sviluppo dell’informazione filatelica italiana, e particolarmente delle rubriche dedicate alla filatelia, qualunque possa essere il mezzo di diffusione: stampa quotidiana e periodica, reti radiofoniche e televisive, mezzi telematici;
  • facilitare la collaborazione fra i soci e lo scambio di informazioni, studi, articoli, monografie;
  • intrattenere rapporti con organizzazioni nazionali e internazionali;
  • promuovere convegni e mostre attinenti alla informazione filatelica;
  • partecipare ufficialmente alle manifestazioni filateliche nazionali e internazionali con propri rappresentanti;
  • favorire i soci nella ricerca di notizie storiche e documentali;
  • costituire una biblioteca sociale a disposizione degli associati;
  • promuovere conferenze e incontri di studio sulla filatelia;
  • promuovere, favorire e premiare studi filatelici anche attraverso concorsi a premi.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

L’Unione ora conta circa centocinquanta soci distribuiti nell’intera Italia che assicurano l’informazione specializzata su tutti i media disponibili. Al tempo stesso fanno cultura realizzando direttamente libri, manifestazioni ed altre iniziative.

Fra le attuali attività, il sodalizio firma un congresso culturale all’anno (nel 2015 si è tenuto a Castelfidardo (AN) e nel 2016 a Salerno), promuove mostre di letteratura, riconosce premi al miglior giornalista dell’anno e al miglior libro dell’anno, realizza corsi di approfondimento, l’ultimo dei quali inserito nel percorso di formazione permanente dovuto all’Ordine dei giornalisti.

Sostiene, inoltre, eventi pubblici come la presentazione dei nuovi cataloghi e collabora con il ministero allo Sviluppo economico e con Poste italiane (senza dimenticare Ufficio filatelico e numismatico di San Marino, Ufficio filatelico e numismatico di Vaticano, Poste magistrali) per valorizzare il comparto.

Tra il 2015 ed il 2017 ha guidato il progetto volto a digitalizzare la famosa collezione di Marco De Marchi (1872-1936), conservata al Museo del Risorgimento di Milano. Oggi è completamente fotografata (si tratta di oltre 5.500 scatti) e in libera consultazione tramite il sito specializzato del Comune.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito web ufficiale

Canale Youtube

Filatelia Portale Filatelia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filatelia