Tukulti-Ninurta I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tukulti-Ninurta I
Tukulti-Ninurta I
Mace con il nome di Tukulti-Ninurta I, Museo del Louvre.
re d'Assiria
In carica 12331207 a.C.
Predecessore Salmanassar I
Successore Assur-nadin-apli
Nome completo Tukulti-Ninurta I
Figli Assur-nadin-apli

Tukulti-Ninurta I, il cui significato è la mia fiducia è in [il dio guerriero] Ninurta (... – 1207 a.C.), fu re degli Assiri (1233-1207 a.C.).


Egli succedette a Salmanassar I, suo padre, come re e vinse con una grande vittoria contro gli ittiti nella battaglia di Nihriya nella prima metà del suo regno.

Tukulti-Ninurta I sconfisse in seguito il re cassita Kashtiliashu IV, conquistando così la città rivale di Babilonia per garantire la piena supremazia assira in Mesopotamia. Kashtiliashu IV venne catturato e deportato in Assiria. Tukulti-Ninurta assume direttamente il controllo della parte meridionale della Mesopotamia; il suo regno a Babilonia durò sette anni. Dopo una ribellione, saccheggiò i templi di Babilonia, e più tardi cominciò a costruire una nuova capitale, di fronte alla città di Assur, che venne chiamata Kar-Tukulti-Ninurta. Tuttavia, i suoi figli si ribellarono contro di lui lo assediarono nella sua nuova città. Durante l'assedio, è stato assassinato. Uno di loro, Assur-nadin-apli, gli sarebbe succeduto sul trono. Dopo la sua morte, l'impero Assiro cadde in declino. Il poema epico Tukulti-Ninurta descrive la guerra tra Tukulti-Ninurta I e Kashtiliashu IV.


Predecessore Regno assiro Successore
Salmanassar I 1233 a.C.-1207 a.C. Assur-nadin-apli