Tubo di Torricelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stampa raffigurante Evangelista Torricelli mentre esegue il suo esperimento

Il tubo di Torricelli o barometro di Torricelli, chiamato così dal nome del suo inventore, Evangelista Torricelli (1608-1647), fu il primo strumento realizzato appositamente per misurare la pressione atmosferica[1].

È costituito da un tubo di vetro chiuso a un'estremità e aperto dall'altra, con una sezione di un centimetro quadro, riempito di mercurio, posto in una vaschetta, anch'essa contenente mercurio, in modo da creare un sistema di vasi comunicanti.
La scelta del mercurio è data dalla sua alta densità, che permette di lavorare a grandi pressioni con volumi relativamente piccoli.

L'esperimento[modifica | modifica wikitesto]

Un tubo, lungo circa 1 m, sigillato a un'estremità, viene riempito di mercurio e posto, con l'apertura verso il basso tenuta chiusa in modo che non entri aria, in una bacinella anch'essa piena di mercurio. A questo punto viene aperta l'estremità inferiore e si nota che il tubo non si svuota e che il mercurio scende solo per un certo tratto, fino a fermarsi a 760 mm circa di altezza rispetto alla superficie del mercurio contenuto nella bacinella. Nella parte superiore del tubo si è creato il vuoto.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Schema del barometro di Torricelli

Torricelli misurò l'altezza che la colonna di mercurio aveva raggiunto, pari a 760 mm, e dedusse che il peso di questa colonna era antagonista a una forza,

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La pressione atmosferica, su www.sapere.it, De Agostini. URL consultato il 09 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]