Trementina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La trementina allo stadio grezzo

La trementina (dal greco terebinthos, terebinto in italiano, un albero dalla cui linfa la trementina era originariamente distillata) è una resina vegetale oleosa, fluida, chiara, e volatile.

Si ottiene tramite procedimento di incisione da alberi appartenenti al genere delle pinophyta; l'incisione può essere fatta nella pianta viva, oppure nel durame di una pianta morta. In gergo la trementina liquida che trasuda dagli alberi viene chiamata gemma, mentre quella indurita barras e gallipot.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La più antica fonte commerciale della trementina è l'isola di Chio, sebbene non si abbia una certezza assoluta. In tempi più recenti, nel '700, la parte sud-orientale degli Stati Uniti ha ospitato la maggiore produzione.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Contenenti in misura maggiore terpeni, alcooli superiori e acidi resinici, queste resine prendono la forma del recipiente che le contiene, nonostante siano solide a temperatura ambiente; inoltre esse hanno un'alta solubilità nella maggior parte dei solventi organici così come in alcool. La composizione è varia; per il pino mediterraneo è la seguente:

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Dalla trementina si estraggono principalmente:

  • l'essenza di trementina
  • la colofonia
  • gli oli essenziali, contenenti l'α-pinene, curiosamente isomericamente diverso a seconda della locazione delle piante da cui proviene la trementina; in particolare levogiro per quelle europee, destrogiro per quelle americane.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]