Trattato di Maastricht (1843)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il trattato di Maastricht, firmato nel 1843 da Belgio e Paesi Bassi, quattro anni dopo il trattato di Londra, stabilì l'indipendenza belga e stabilì il confine tra i due paesi.

Confini ed enclave[modifica | modifica wikitesto]

L'incapacità di stabilire una chiara linea di demarcazione presso Baarle-Hertog portò alla divisione del territorio oggetto di disputa in 5732 distinti lotti di terreno. Ne seguì una frontiera molto complicata, che spesso passa attraverso edifici, e presenta diverse piccole enclave ed exclave. Alcune exclave belghe in territorio olandese presentano a loro volta piccole enclave olandesi.

Sempre in conseguenza del trattato, parte della riva sinistra della Misa, presso Maastricht, venne restituita ai Paesi Bassi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]