The Puppet Master

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Puppet Master
Artista King Diamond
Tipo album Studio
Pubblicazione 2003
Durata 55 min : 50 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Heavy metal
Etichetta Massacre Records
King Diamond - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2004)

The Puppet Master è l'undicesimo album del gruppo danese King Diamond uscito nel 2003. Si tratta ancora di un concept album di cui esiste anche una edizione limitata in digipack che, oltre al CD, include un DVD bonus in cui King Diamond narra la storia.
Il disco riscuote un discreto successo dopo le scarse vendite dei due, seppur validi, precedenti.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

King conosce Victoria dopo uno spettacolo di Natale allestito dal "Maestro Burattinaio" di Budapest e i due si innamorano. Trascorso un anno dal loro incontro, la ragazza scompare così lui si propone di cercarla. Durante la ricerca, si imbatte in Emerencia, la moglie del Burattinaio, mentre uccide un senzatetto, quindi la segue in un edificio dove viene colpito da dietro e perde conoscenza.
Quando King si riprende, è incatenato al muro di uno scantinato e attorno a lui vede tanti burattini a grandezza d'uomo e si accorge che essi sono scheletri ricoperti di pelle umana e con occhi veri. Tra di essi riconosce gli occhi blu della sua amata Victoria. Poi il Maestro Burattinaio entra nella stanza e pratica un rituale demoniaco. King comincia a sentirsi strano, come se qualcosa si stesse per impadronire della sua mente, ma riesce lo stesso a colpire uno scaffale facendo cadere un vaso pieno di sangue e interrompendo il rituale, ciò però intrappola la sua anima nei suoi occhi.
King si ritrova quindi in un letto d'ospedale e vede il burattinaio che si china su di lui e, con un bisturi, inizia a cavargli gli occhi, poi li inserisce nel bulbo oculare di un burattino fatto di resti umani e, infine, aiutato dalla moglie, estrae tutto il sangue dal suo corpo e lo mette in un vaso. King vive ancora dentro ai suoi occhi ma non riesce a muoversi e vede, non molto distante da dove si trova, il burattino con gli occhi di Victoria.
Durante la notte il Maestro ed Emerencia iniettano un po' di sangue nei burattini, così King e la sua amata riprendono vita e sono costretti ad imparare i movimenti impartiti dal burattinaio. Svanito l'effetto del sangue non possono più muoversi, ma King nota che, per qualche momento ancora, Victoria riesce a comunicargli il suo dolore attraverso gli occhi. La storia si ripete per 13 giorni fino a quando il burattinaio prova a far ballare da sola Victoria che però urta uno scaffale e rompe sei vasetti di sangue. Il Maestro decide quindi di spedirla a Berlino e, prima che l'effetto del sangue svanisca, lei riesce a comunicare a King tutto il suo amore, il quale giura che la ritroverà.
Giunge di nuovo Natale e King ha escogitato un piano per cercare di raggiungere la sua amata. Il suo burattino viene utilizzato nella recita per impersonare Il piccolo tamburino e quando viene presentato, si lascia cadere intenzionalmente rompendo il tamburo e mettendo in imbarazzo il Maestro Burattinaio. Il suo intento però fallisce perché, a causa delle sue azioni, viene venduto ma si ritrova appeso in un negozio dove nessun bambino osa comprarlo, poiché, quando guardano nei suoi occhi si spaventano.
King resta inchiodato alla parete per diciotto anni senza aver ritrovato Victoria e un giorno sente dire che il Maestro Burattinaio aprirà un nuovo teatro a Londra e che sarà gestito dai suoi figli. L'album si conclude con King che si domanda ancora se riuscirà mai a rivedere la sua amata.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Midnight - 1:55 (Diamond)
  2. The Puppet Master - 4:41 (Diamond)
  3. Magic - 4:57 (La Rocque/Diamond)
  4. Emerencia - 5:20 (Diamond)
  5. Blue Eyes - 4:24 (Diamond)
  6. The Ritual - 5:03 (La Rocque/Diamond)
  7. No More Me - 3:16 (Diamond - Thompson/Diamond)
  8. Blood to Walk - 5:32 (Diamond)
  9. Darkness - 4:38 (La Rocque/Diamond)
  10. So Sad - 4:38 (Diamond)
  11. Christmas - 5:18 (Diamond)
  12. Living Dead - 6:05 (Diamond)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal