Teologia affermativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La teologia affermativa, positiva o catafatica, detta anche catafatismo (dal greco antico katàphasis, che significa "affermazione"),[1] è un metodo teologico che sostiene la conoscibilità di Dio attraverso la ragione e il contatto con la realtà.[2] Il Creato, visto come opera di Dio, diventa lo strumento attraverso cui è possibile individuare gli attributi del Creatore. Questa teoria, nota pure come via positionis o affirmationis,[3] ha per contraltare l'apofatismo[4] già nel Peri hermêneias (De Interpretatione) della Logica (Organon) di Aristotele e si è poi sviluppata eminentemente nel contesto della Scolastica medievale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cf. voce su Treccani.it.
  2. ^ Cf. voce in Sapere.it.
  3. ^ Cf. Franz Courth, Il mistero del Dio Trinità, Milano, Jaca Book, 1993, p. 69. ISBN 88-16-40331-4; ISBN 978-88-16-40331-4.
  4. ^ Cf. voce su Treccani.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Religioni Portale Religioni: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Religioni