Tatiana di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tatiana di Roma
Icona raffigurante santa Tatiana
Icona raffigurante santa Tatiana

Vergine martire

Nascita Roma
Morte Roma
Venerata da Chiesa cattolica, Chiesa ortodossa russa
Ricorrenza 12 gennaio
Attributi rosa, testa rasata, leone
Patrona di studenti

Tatiana da Roma (Roma, ... – Roma, 226-235) è stata una diaconessa della Chiesa primitiva, martire cristiana del III secolo durante il regno dell'imperatore Alessandro Severo. Oggi è venerata dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la leggenda, Tatiana era la figlia di un funzionario romano che era segretamente cristiano, e fece crescere sua figlia nella fede, la quale divenne una diaconessa nella chiesa primitiva. Ai tempi, ciò era potenzialmente pericoloso, ed infatti un giorno il giurista Ulpiano prese in consegna Tatiana e tentò di costringerla a fare un sacrificio al dio Apollo. Lei pregò tanto che miracolosamente un terremoto distrusse la statua di Apollo e parte del tempio a lui dedicato.

Tatiana rimase poi accecata, fu picchiata per due giorni, prima di essere portata in un circo e gettata nella fossa con un leone affamato. Ma il leone non la toccò; le giaceva ai piedi. Nonostante ciò, venne pronunciata una condanna a morte. Dopo essere stata torturata, Tatiana fu decapitata con una spada il 12 gennaio del calendario giuliano (25 gennaio del calendario gregoriano), circa circa nel 225 d.C. (o 230 d.C.).

Venerazione[modifica | modifica wikitesto]

La decapitazione di Tatiana, miniatura dal Menologio di Basilio II (circa 1000)

Tatiana è venerata come una santa, e nel calendario dei santi la sua festa ricorre il 12 gennaio (per quelle chiese che seguono il tradizionale calendario giuliano, il 12 gennaio attualmente cade il 25 gennaio del moderno calendario gregoriano). I miracoli compiuti da Santa Tatiana si dice che abbiano convertito molte persone alla religione cristiana nascente. Santa Tatiana è oggi santa patrona degli studenti, tanto che in Bielorussia, Russia e Ucraina, il giorno dedicato a Santa Tatiana, noto anche come "Giornata degli studenti", è un giorno festivo.

La somiglianza della sua vita con quelle di Santa Martina e Prisca romana ha portato alcuni a chiedersi se anch'esse possano essere tutte la stessa persona, o se forse agiografie simili sono state loro assegnata a posteriori. Infatti non vi è alcuna prova iniziale di venerazione di una Martina o Tatiana a Roma, e Prisca (o Priscilla) è difficile da identificare.

Secoli addietro vi era a Roma presso il Quirinale una piccola chiesa, dedicata a lei. Le icone in tale chiesa erano la testa rasata e il leone.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Attwater, Donald and Catherine Rachel John. The Penguin Dictionary of Saints. 3rd edition. New York: Penguin Books, 1993. ISBN 0-14-051312-4.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ iconkuznetsov.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie