Suore domenicane missionarie delle campagne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le Suore Domenicane Missionarie delle Campagne (in francese Sœurs Dominicaines Missionnaires des Campagnes) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla D.M.C.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Le origini della congregazione risalgono all'associazione delle figlie della Fede, sorta nel 1907, ma l'istituto fu fondato nel 1932 a Les Riceys da Bernadette Beauté (1876-1969), in religione madre Maria di San Giovanni.[2]

Nel 1839 la casa generalizia fu stabilita a Flavigny-sur-Ozerain, presso un convento fondato da Jean-Baptiste Henri Lacordaire. La congregazione ricevette il pontificio decreto di lode il 23 ottobre 1962.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Lo scopo della congregazione è l'apostolato presso le popolazioni delle zone rurali scristianizzate; le suore si dedicano all'insegnamento, alla catechesi e all'assistenza agli infermi.[2]

Benché, dopo il 1932, siano state fondate filiali in Canada, negli Stati Uniti d'America, nel Mali, in Algeria e ad Haiti, le suore sono presenti solo in Francia;[3] la sede generalizia è a Luzarches.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 230 religiose in 46 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1543.
  2. ^ a b c M. Guedj, DIP, vol. III (1976), coll. 894-895.
  3. ^ Dominicaines Missionnaires des Campagnes, su laroseraiesainteodile.fr. URL consultato il 25 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2013).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2200 9370 · LCCN (ENnr92017400
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo