Suomaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Suomaro, in latino Suomarius, (... – fl. 357) fu un re di un gau alemanno nel IV secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo storico romano Ammiano Marcellino riferisce che, dopo una battaglia vittoriosa contro il generale dell'esercito romano Barbazione nel 357 vicino a Rauracum (Kaiseraugst), i re alemanni Suomaro, Hortar, Ur, Ursicino e Vestralpo radunarono i loro eserciti sotto la guida di Cnodomario e Agenarico/Serapione ma vennero sconfitti nella battaglia di Strasburgo. Dopo aver perso la battaglia, Suomaro chiese al comandante romano Severo di avere salva la vita e la propria terra, desideri che gli furono concessi condizione che fossero forniti soldati e cibo.

Nel 358 il cesare Giuliano (che divenne imperatore romano nel 361) concluse un trattato di pace con Suomaro. Il successore di Giuliano, Valentiniano I, non rinnovò il patto nel 364.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]