Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sunbinquan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Sunbinquan (孙宾拳S, letteralmente "pugilato di Sun Bin") è uno stile di arti marziali cinesi che deve il proprio nome al celebre stratega Sun Bin a cui richiama la propria strategia e la sua origine. In realtà le prime testimonianze storiche risalgono all'epoca della dinastia Qing. Anche conosciuto come Changxiuquan (长袖拳S, letteralmente "Pugilato delle lunghe maniche") o Sanshouquan o ancora Dajiaquan (大架拳S, letteralmente "pugilato della grande struttura").

La trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Si racconta che alla fine dell'epoca della dinastia Qing, a Yangguxian (阳谷县S) in Shandong, il Sunbinquan venne insegnato da un certo Zhang Bashi (张把式S) (ma alcuni riferiscono Zhang Youchun (張友春S)), che era un membro degli Yihetuan, a Yang Mingzhai (杨明斋S), il quale lo trasmise a sua volta a moltissimi allievi, in particolare all'interno del Qingdao Guoshu Guan (青岛国术馆S) dal 1918 al 1936.

I Taolu[modifica | modifica wikitesto]

I Taolu sono:

  • Chuipu (锤谱S, letteralmente "spartito dei colpi"), una forma di base che si compone di 108 shi (figure);
  • Dajia (大架S) anche detta Sunbin jiushiliu shou (孙宾九十六手S);
  • Zhongjia (中架S) anche detta Lianhuanquan (连环拳S) o Sunbin Saershou (孙宾卅二手S);
  • Xiaojia (小架S), è anche detta Sunbin Liushisi shou (孙宾六十四手S);
  • Sijia (四架S);
  • Wujia (五架S);
  • Ziwu jian (子午剑S);
  • Sunbin guai (孙宾拐S);
  • Sunbin yue (孙宾钺S);
  • ecc.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Wu Bin, Li Xingdong e Yu Gongbao, Essentials of Chinese Wushu, Foreign languages press, Beijing, 1992, ISBN 7-119-01477-3
  • Carmona José, De Shaolin à Wudang, les arts martiaux chinois, Gui Trenadiel editeur. ISBN 2-84445-085-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]