Studio di fonologia musicale Rai di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Audio console at Studio di Fonologia Musicale RAI di Milano.jpg
La consolle di suoni (1968)
e telecomando per magnetofoni
Synthesizer at Studio di Fonologia Musicale RAI di Milano.jpg
Sintetizzatore (1968)

Lo Studio di fonologia musicale di Radio Milano fu aperto in corso Sempione a Milano dal 1955 al 1983 su idea di Luciano Berio e Bruno Maderna, per esperimenti sia di musica concreta, sia di musica elettronica, seguendo l'esempio dei centri di Parigi e di Colonia[1].
Lo studio divenne così il "terzo polo" europeo di esperimenti di musica contemporanea con apparecchiature elettroniche[2]. Dal 2008 si trova esposto in una sala del Museo degli strumenti musicali di Milano, con l'assetto che le apparecchiature avevano nel 1968.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Figura fondamentale all'interno dello studio è quella del Tecnico del Suono Marino Zuccheri. Giovanni Belletti, Studio di fonologia musicale di Radio Milano - Tecnologia e Tecnica: Alfredo Lietti e Marino Zuccheri (PDF), Centro di sonologia computazionale, Dipartimento di ingegneria dell'informazione, Università degli Studi di Padova (csc.dei.unipd.it), 28 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2010 10:48).
  2. ^ Lo studio di fonologia RAI di Milano - C'erano una volta 9 oscillatori, su Web Archive (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]