Strada dell'Atlantico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atlanterhavsveien
Localizzazione
Stato Norvegia Norvegia
Regioni Vestlandet
Contee Møre og Romsdal våpen.svg Møre og Romsdal
Atlanic Ocean Road map.svg
Dati
Inizio Kristiansund
Fine Molde
Lunghezza 8[1] km
Data apertura 7 luglio 1989
Gestore Amministrazione norvegese delle strade pubbliche

La Atlanterhavsveien (anche chiamata Strada dell'Atlantico) è un tratto di 8 chilometri compreso tra le città norvegesi di Kristiansund e Molde.[2] È costruito su diversi isolotti e scogli, che sono collegati da diverse strade rialzate, viadotti e otto ponti, il più importante dei quali è il ponte di Storseisundet.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte Hulvågen e sullo sfondo il ponte di Storseisundet.

Il percorso è stato originariamente proposto come una linea ferroviaria salvo poi abbandonare l'idea. La costruzione è iniziata il 1º agosto 1983 ed è stata terminata il 7 luglio 1989. Il costo dell'opera è stato di 122 milioni di corone norvegesi, di cui il 25 per cento è stato finanziato con i pedaggi e il resto da contributi pubblici; il pedaggio è stato rimosso dal 1999, quando i costi ormai erano stati coperti.

Nel 2005 è stata eletta "Costruzione norvegese del secolo".[3] Il quotidiano inglese The Guardian la segnalò nel 2006 come miglior viaggio su strada[4].

Pericolosità[modifica | modifica wikitesto]

È stata classificata come la strada più pericolosa al mondo.[2] Tale giudizio dipende dal fatto che, in caso di avverse condizioni meteo, il forte vento e le forte mareggiate rendono estremamente impegnativa la guida. La pericolosità dell'opera viaria è stata denunciata dagli abitanti del luogo alla pubblica amministrazione norvegese, senza che ciò portasse ad alcuna modifica dell'infrastruttura.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.bridgestone.it
  2. ^ a b c www.repubblica.it
  3. ^ www.visitnorway.com
  4. ^ (EN) Road Trips, in The Guardian, 1º aprile 2006. URL consultato il 9 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]