Spire London

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Spire London, precedentemente noto come Hertsmere House, è un progetto di costruzione situato a West India Quay, vicino a Canary Wharf a Londra. Sviluppato da Greenland Group e progettato da HOK, la costruzione dell'edificio più alto, di 67 piani, è iniziata nel 2016 e (a quel tempo) doveva essere completata nel 2021.[1][2][3]

Al termine, Spire London diventerà la torre residenziale più alta dell'Europa occidentale.[4] In totale il complesso dovrebbe avere 861 appartamenti e dovrebbe costare £ 800 milioni.[5][6]

A metà del 2019, i lavori sul progetto sono stati interrotti.[7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'ingresso della Hertsmere House, demolita per far posto alla Spire London

Spire London è il terzo grattacielo proposto per il sito precedentemente occupato dalla Hertsmere House, un edificio per uffici che è stato demolito per far posto al nuovo complesso.[8] La prima proposta fu Columbus Tower, un edificio residenziale alto 237 metri.[9] A questa seguì Hertsmere House, una torre residenziale di 75 piani e che avrebbe dovuto prende il nome dall'edificio che andava a sostituire.[10]

Nel settembre 2014, Greenland Group acquistò il sito da Commercial Estates Group (CEG) e presentò una domanda di pianificazione per un nuovo grattacielo che, all'epoca, era ancora noto come Hertsmere House, prima di cambiare nome in Spire London.[11] La domanda è stata approvata, dai consiglieri del Tower Hamlets Council, l'8 febbraio 2016, con cinque consiglieri che hanno votato a sostegno e tre contro.[12]

Come parte del programma, è stato proposto che lo sviluppatore Greenland Group avrebbe contribuito con l'equivalente di 50 milioni di sterline alla comunità locale.[3]

Sebbene ci fossero poche obiezioni sul design dell'edificio, ne sono state sollevate sulla sua posizione. I piani sono stati contrastati da Canary Wharf Group, Credit Suisse (i cui uffici dovrebbero essere ubicati accanto) e dall Museum of London Docklands, nonché da alcuni residenti locali che hanno espresso preoccupazioni in merito alla densità del programma e all'ombra nell'area locale. Sono state anche espresse preoccupazioni sul fatto che la torre sarà situata accanto a un magazzino di età georgiana classificato di Grado I.[3]

Disegno[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto dell'edificio prevede forme di una prua, ispirandosi alla storia marittima dei moli dove dovrebbe essere costruito. Si basa anche sui petali dell'orchidea.[13]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

The site with just hoarding around the perimeter
Sito Spire London, settembre 2020

La demolizione dell'edificio per uffici precedentemente sul sito, noto come Hertsmere House, è iniziata il 6 luglio 2016, con palificazione a partire da gennaio 2017.[14][15][4] Entro l'estate del 2018, i lavori di costruzione avrebbero dovuto essere giunti a metà strada, con il completamento dell'intero complesso previsto nel 2020.[16]

A luglio 2017, i lavori di palificazione erano in corso e avrebbero dovuto essere terminati a novembre dello stesso anno. L'inizio dei lavori nel seminterrato e della costruzione principale era previsto per la fine del 2017. Nel maggio 2017, lo sviluppatore Greenland Group ha annunciato che la società di ingegneria AECOM/Tishman Realty & Construction sarebbe stata il partner di costruzione. A quel tempo è stato riferito che il complesso doveva essere completato alla fine del 2020.[17][8]

A seguito dell'incendio della Grenfell Tower e della revisione indipendente dei regolamenti edilizi e della sicurezza antincendio,[18] i lavori si sono interrotti nel maggio 2018 mentre il committente ha esaminato un'ulteriore tromba delle scale per i piani superiori, dove prima ne era stata progettata solo una.[19][20] Tuttavia, un articolo su un giornale immobiliare precedente indica che potrebbe essere in gioco un ripensamento a causa della flessione degli immobili a causa dell'incertezza sulla Brexit e di altri fattori economici.[21]

A settembre 2020 i lavori erano ancora interrotti.[22]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HOK Scheme Approved for 67-Story Hertsmere House in London, su hok.com.
  2. ^ HOK's Hertsmere House will be Western Europe's tallest residential tower, su bdcnetwork.com.
  3. ^ a b c Giles Broadbent, Planners back West India Quay's Hertsmere House 'with heavy heart, 19 febbraio 2016. URL consultato il 15 aprile 2016.
  4. ^ a b Chinese start UK's tallest resi tower in London Docklands | Construction Enquirer, su constructionenquirer.com. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  5. ^ Designboom
  6. ^ The Independent
  7. ^ Real estate: post-crisis boom draws to a close, su ft.com, Financial Times (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2019).
  8. ^ a b Aecom lands main construction package for £800m Spire London tower, su theconstructionindex.co.uk. URL consultato il 26 luglio 2017.
  9. ^ Architects' Journal
  10. ^ The Irish Times
  11. ^ What does Greenland Group want to build next to Canary Wharf?, su wharf.co.uk, 8 ottobre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  12. ^ Planners back West India Quay's Hertsmere House 'with heavy heart', su wharf.co.uk, 19 febbraio 2016. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  13. ^ Dezeen
  14. ^ Spire London - The Skyscraper Center, su skyscrapercentre.com. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  15. ^ DEMOLITION - Hertsmere House, su hertsmerehouse.co.uk. URL consultato il 28 October 2016.
  16. ^ Chinese firm to build Europe's tallest residential tower in London, su theguardian.com, 5 settembre 2016. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  17. ^ AECOM team lands deal for £800m Spire tower | Construction Enquirer, su constructionenquirer.com. URL consultato il 7 July 2017.
  18. ^ Independent Review of Building Regulations and Fire Safety: final report, su gov.uk. URL consultato il 4 aprile 2020.
  19. ^ Greenland Group Halts Work on Spire London over Safety Concerns, su mingtiandi.com, 29 maggio 2018.
  20. ^ Work stops on the Spire, the skyscraper with just one stairwell for highest floors, in Thetimes.co.uk, 27 maggio 2018.
  21. ^ Alastair Stewart, Tall story: Gravity pulls towering resi ambitions down to earth, in Property Week, 19 aprile 2018.
  22. ^ Dave Rogers, Aecom tower still on hold as developer works out what to do next, in building.co.uk. URL consultato il 4 aprile 2020.

 

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]