Ahl al-Kitab: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
m (smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB)
Per questa ragione i devoti di queste [[religione|religioni]] sono considerati meritevoli di "protezione" (''[[Dhimmi|dhimma]]'') dall'Islam, purché assoggettati a un'imposta personale (''jizya'') ed, eventualmente, a una fondiaria (''[[kharaj|kharāj]]''), oltre che alla lealtà nei confronti della ''[[Umma]]'' islamica da un punto di vista esclusivamente politico.
 
All<nowiki>{{'</nowiki>}}''Ahl al-Kitāb'' è garantita in contraccambio libertà di culto, la gestione e il restauro dei loro luoghi sacri (a livello puramente teorico limitati alle sole edificazioni esistenti) e l'auto-amministrazione per quanto attiene ad alcuni diritti della persona, patrimoniali (con le eccezioni anzidette) e commerciali, oltre che matrimoniali e successori. Agli uomini dell<nowiki>{{'</nowiki>}}''Ahl al-Kitāb'' è invece precluso il matrimonio con musulmane, anche se alle donne è invece consentito sposare uomini appartenenti alla religione islamica.
 
La carriera militare è preclusa (con l'eccezione, talora, del comando di guardie del corpo personali dei governanti musulmani), come la magistratura e, ovviamente, la suprema conduzione della società islamica. Tutte le "arti liberali" sono invece aperte, nonché la carriera amministrativa, fino ai gradi più alti, quali quelli di [[vizir]].
3 379 460

contributi

Menu di navigazione