Southern Astrophysical Research Telescope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Southern Astrophysical Research Telescope
Cerro Las Tortolas indistance incenter.jpg
Panoramica di diversi osservatori, tra cui il monte Cerro Pachón su cui è situato il SOAR
CodiceI33
StatoCile Cile
Coordinate30°14′16.8″S 70°44′01.4″W / 30.238°S 70.733722°W-30.238; -70.733722Coordinate: 30°14′16.8″S 70°44′01.4″W / 30.238°S 70.733722°W-30.238; -70.733722
Altitudine2 738 m s.l.m.
Sito
telescopio ottico 4,1 metri
Mappa di localizzazione

Il Southern Astrophysical Research (SOAR) è un telescopio di 4,1 metri di apertura operante nello spettro ottico e nel vicino infrarosso, situato sul Cerro Pachón, in Cile. Commissionato nel 2003, è gestito da un consorzio di istituti e paesi tra cui Cile, Brasile, l'università statale del Michigan, l'osservatorio di Cerro Tololo (come parte del National Optical Astronomy Observatory, NOAO) e l'università della Carolina del Nord a Chapel Hill.

Il telescopio utilizza la tecnologia di ottica attiva sullo specchio primario e secondario raggiungendo una qualità di immagine media di 0,7 secondi d'arco ad una lunghezza d'onda di 500 nm. Sono disponibili più strumenti utilizzabili in tempo reale, montati su fuoco Nasmyth o Cassegrain. La commutazione di uno strumento viene eseguita velocemente ruotando lo specchio terziario di 45°. Il puntamento di questo specchio è effettuato ad alta velocità per evitare distorsioni nelle immagini a causa delle vibrazioni della struttura del telescopio dovute al vento. La cupola del telescopio è alta circa 20 metri e pesa circa 70 tonnellate.[1]

Strumenti[modifica | modifica wikitesto]

Al 2014 il telescopio era dotato dei seguenti strumenti:

  • UV-ottica visualizzatore di immagini a 16 milioni di pixel (SOI, CTIO)
  • nel vicino infrarosso (1-2,4 micron): 1 milione di pixel HgCdTe
  • UV-ottica a 16 milioni di pixel spettrografo e visualizzatore di immagini (spettrografo Goodman[2], UNC)
  • vicino infrarosso (1-2,4 μm di lunghezza d'onda): 16 milioni di pixel HgCdTe imager (SPARTAN[3], MSU)
  • Modulo di ottica adattiva (SAM, CTIO)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • SOAR sito principale
  • SOAR in lingua brasiliana
  • SOAR sul sito della università del Michigan
Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica