Soufflé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Soufflé
Souffle Kyoto01n2820.jpg
Origini
Altri nomiSufflè
Luogo d'origineFrancia Francia
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principaliuova

Il soufflé (francese per "soffiato"), o, con un frequente adattamento italiano, sufflè, è un piatto della cucina francese, adatto sia a preparazioni dolci che salate.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La parola soufflé è il participio passato del verbo francese souffler, che vuol dire soffiare: è un po' la descrizione di cosa accade al composto messo a cuocere in forno nell'apposito stampo, generalmente realizzato in ceramica.

Ingredienti e preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni soufflé è costituito da due componenti di base: una crema (solitamente burro, farina e latte) aromatizzata e dal bianco d'uovo sbattuto.[1] La base può essere completata con vari ingredienti come formaggio, verdure, cioccolata e limone (queste ultime due, usate come dessert, con la compresenza dello zucchero).[1]

La cottura del soufflé in forno avviene lentamente, generalmente a bagnomaria: è un processo molto delicato ed a cui bisogna prestare molta attenzione. Per questo, nel linguaggio comune, viene spesso usato come termine di paragone.

La preparazione del soufflé è piuttosto complessa poiché esso non deve gonfiarsi troppo, ma nemmeno perdere troppo volume.[1]

Gualtiero Marchesi sostiene che la crema di farina e uova di sostegno può essere sostituita con lo zabaglione, che renderà il sofflé più ricco e corposo, anche se più grasso, oppure dello sciroppo di zucchero mischiato con purè di frutta o biscotti insaporiti di liquore o succo di frutta.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Gualtiero Marchesi, I segreti del cuoco - Volume 4, Specchio-La Stampa, pp. 13-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 3782