Sorgue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sorgue
Fontainedev.jpg
La sorgente durante il periodo di magra
StatoFrancia Francia
RegioniProvenza-Alpi-Costa Azzurra Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Lunghezza35 km
Portata media18,3 m³/s(a Fontaine-de-Vaucluse)
Bacino idrografico1 230 km²
Altitudine sorgente119 m s.l.m.
NasceFonte di Valchiusa
AffluentiCanal de L’Isle, Nesque, Auzon e Grande Levade
SfociaOuvèze a Bédarrides

La Sorga (Sorgue in francese) è un fiume del Vaucluse (Francia), subaffluente di sinistra del Rodano (tramite il fiume Ouvèze al quale, in ogni modo, conferisce la prevalenza delle portate di magra e di piena).

Secondo fonti incerte e dubbiose, il fiume Sorgue arriverebbe fino ad Arezzo.

La sorgente[modifica | modifica wikitesto]

La sorgente

La sua sorgente, la famosa Fontaine de Vaucluse, nell'omonima località, è la maggiore sorgente della Francia, avendo una portata di magra di 20 m³/s, ma potendo arrivare, in piena, all'impressionante cifra di 123 m³/s (misurata ufficialmente), ove non, con misurazione tuttavia non ufficiale, a 240 m³/s: in ogni caso, si tratta dei maggiori valori misurati o stimati per una sorgente, tanto che la Fontaine de Vaucluse dovrebbe essere la quinta al mondo[1].

La sorgente trae origine da un pozzo a sifone profondo quasi 400 m (esplorato con un batiscafo solo a metà degli anni ottanta del XX secolo) a sezione quasi perfettamente cilindrica che è collegato al retrostante altopiano carsico del Sisteron, e anche al vasto massiccio del Mont Ventoux: in tal modo il bacino imbrifero (endoreico) è di oltre 4.000 km², il che spiega l'abbondanza delle portate.

Il corso[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume è lungo appena una trentina di chilometri, ma, specie durante la piena, quando sovente esonda nelle campagne di L'Isle-sur-la-Sorgue, diviene uno dei maggiori tributari del Rodano. La sua sorgente ispirò a Francesco Petrarca (che soggiornò nei pressi) i celebri versi Chiare, fresche et dolci acque[2].

In condizioni di piena, la sorgente ha la caratteristica di esondare con impressionante violenza e velocità, dalla sommità del cilindro (con diametro di una decina di metri), all'interno di una caverna (sulle cui pareti sono stati collocati una serie di idrometri per la misurazione del livello dell'acqua, che può raggiungere anche una quota di 5 o 6 metri superiore a quella dell'orlo del coronamento del cilindro), mentre in magra l'acqua fuoriesce direttamente dalle fessure della roccia, lungo l'alveo del fiume per una lunghezza di un centinaio di metri, a quote inferiori di alcune decine di metri rispetto allo sbocco della caverna. L'acqua sorgiva è purissima ed è considerata, in magra, addirittura potabile.

Dal punto di vista geologico, la sorgente ha dato il nome ad una categoria di sorgenti carsiche: le risorgive o sorgenti valchiusane, alle quali appartengono, ad esempio, le grotte di Oliero, sul Brenta o le due sorgenti del Livenza: Il Gorgazzo e La Santissima.

Dal punto di vista naturalistico il sito è del massimo interesse, sia geologico, sia botanico (il letto del fiume è cosparso di numerose piante acquatiche), sia estetico ed emotivo (lo spettacolo dell'esondazione della sorgente in piena è assolutamente unico al mondo e impressionante), sia per i ricordi legati alla figura del poeta italiano.

I comuni attraversati sono: Fontaine-de-Vaucluse, Saumane-de-Vaucluse, Lagnes, L'Isle-sur-la-Sorgue, Le Thor, Velleron, Châteauneuf-de-Gadagne, Jonquerettes, Saint-Saturnin-lès-Avignon, Pernes-les-Fontaines, Althen-des-Paluds, Entraigues-sur-la-Sorgue, Sorgues e Bédarrides.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a, b, c et d Georges Truc, op. cit., p. 29
  2. ^ La canzone petrarchesca "Chiare, fresche e dolci acque": parafrasi

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246682139 · BNF (FRcb11951642q (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia