Socionica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La socionica è un modello di trattamento dell'informazione che incorpora elementi

Ha come base la teoria dei tipi di personalità supplementata dall'idea dei modelli di tipologia con 8 aspetti dell'informazione (anziché i quattro di Jung) e l'idea di interazione interpersonale al livello di questi tipi (relazioni tra tipi o rapporti interpersonali).

La teoria socionica venne elaborata tra gli anni settanta e gli anni ottanta ad opera della studiosa lituana Aušra Augustinavičiūtė [1], una esperta di finanza e insegnante di scienze economiche [2] (detta comunemente anche Augusta). Il nome socionica deriva dalla parola società, dato che Augustinavičiūtė credeva che ogni tipologia di personalità avesse uno scopo distinto nella società, che può essere descritto e spiegato dalla socionica [3]. Nonostante ciò, giunse a risultati comparabili a quelli ottenuti nel continente americano (MBTI).

La socionica si basa sull'idea che il carattere di una persona agisca come un insieme di blocchi chiamati "funzioni psicologiche". Differenti combinazioni di queste funzioni danno adito a diverse modalità di accettare e produrre informazione, che originano differenti pattern mentali, valori, modelli comportamentali, e perciò diversi tipi di personalità[4]. La socionica ha anche come caratteristica una teoria di relazioni interpersonali che esamina l'interazione di queste funzioni tra i tipi; essa è stata sviluppata fino ad adesso attraverso l'introspezione e l'osservazione; anche descrivendo una larga parte di comportamenti e interazioni umani[5], finora non ha dato abbastanza prove sperimentali [6].

I tipi psicologici di Jung[modifica | modifica wikitesto]

Carl Gustav Jung descrive quattro funzioni psicologiche, le quali hanno la possibilità di diventare coscienti, ma in gradi differenti, all'uomo concreto:[7]

  • Sensazione - tutte le percezioni che vengono dagli organi sensoriali;
  • Intuizione - percezione attraverso l'inconscio, o percezione di eventi inconsci;
  • Pensiero (logica) - interpretazione dell'informazione basata sul fatto se essa sia corretta o scorretta;
  • Sentimento (etica) - interpretazione dell'informazione sotto i suoi aspetti etici.

Ciascuna di queste funzione può essere in forma estroversa [anche se Jung usava la parola 'estra' (extra)[8], ma non 'estro' (extro)] o introversa. Se la funzione dominante nel tipo psicologico è estroversa il tipo di personalità sarà estroverso, o se la funzione è introversa, il tipo è introverso.

La sensazione e l'intuizione sono definite funzioni irrazionali o percettive, e sono così chiamate poiché a differenza delle funzioni razionali o giudicanti (come il pensiero, o il sentimento), hanno a che fare con la percezione grezza della realtà anziché una interpretazione di essa. Se la funzione dominante è razionale, il tipo è personale, e se la funzione dominante è irrazionale, il tipo di personalità è di conseguenza irrazionale.

Oltre alla funzione dominante, c'è anche la funzione ausiliaria o d'appoggio. Se la funzione dominante è estroversa, la funzione ausiliaria è introversa; e viceversa. Lo stesso per il parametro razionale-irrazionale: se la funzione dominante è razionale, l'ausiliaria è irrazionale, e viceversa. Perciò per esempio, se la funzione dominante è l'intuizione estroversa, allora la funzione d'appoggio potrebbe essere il pensiero o il sentimento introverso.

Il modello di Jung dei tipi psicologici ha in tutto 4 funzioni (senza tenere conto delle loro forme, estroverse/introverse). Jung pensava che la funzione dominante è la prima dal parametro del conscio, la funzione d'appoggio seconda, la terza (o terziaria) e la quarta viene chiamata inferiore. La funzione terziaria di Jung ha gli stessi parametri introverso/estroverso e razionale/irrazionale della funzione d'appoggio, ed è un'altra funziona della coppia razionale/irrazionale (per esempio, se la funziona ausiliaria è il pensiero introverso, la funzione terziaria sarà sentimento introverso). La funzione inferiore ha lo stesso parametro razionale/irrazionale della dominante, e l'altra caratteristica introverso/estroverso, ed è un'altra funzione delle due razionali o irrazionali (per esempio, se la funzione dominante è intuizione estroversa, allora la funzione inferiore sarà sensazione introversa).

Per illustrare, ecco il prospetto del modello di Jung per 2 tipi: pensiero-intuizione estroversa (ILE, ENTP) ed ESI.

Funzioni
funzione dominante
funzione d'appoggio
funzione terza
funzione inferiore
ILE
intuizione estroversa
pensiero introverso
sentimento introverso
sensazione introversa
ESI
sentimento introverso
sensazione estroversa
intuizione estroversa
pensiero estroverso

Per queste regole di Jung esistono 16 tipi psicologici. Ma nel suo libro "Tipi psicologici" lui descrisse in dettaglio solo 8 tipi, secondo le 8 forme delle loro funzioni dominanti (4 funzioni, ciascuna in forma estroversa/introversa).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) SOCIONICS: Personality Types and Relationships. URL consultato il 9 maggio 2008.
  2. ^ (EN) spock.com. URL consultato il 9 maggio 2008.
  3. ^ (RU) Седых Р., Информационный психоанализ. Соционика как метапсихология, НПП Менатеп-Траст, 1994. (russo, il titolo può tradursi come Psicoanalisi informazionale. Socionica e metapsicologia). Un testo è disponibile online in russo.
  4. ^ Fink G. and Mayrhofer W . Cross-cultural competence and management & nbsp; - setting the stage // European J. Cross-Cultural Competence and Management. & nbsp; - 2009 . & nbsp; - Vol. 1. & nbsp; - No. 1.

    Personality profiling encompasses numerous models that arise from personality trait theory. In the context of this article, four models deserve special attention due to their importance in personality research and / or their appropriateness for the topic: Socionics (founded in the 1970s by Ausra Augustinavichiute, eg, Augustinavichiute, 1994, 1998); cybernetic mindscape theory (Maruyama, 1980; Boje, 2004); the five factor model (FFM), commonly called the 'big five "personality trait model (Costa and McCrae, 1992); the personality type theory of the Myers-Briggs type inventory (MBTI, see McKenna et al., 2002)

  5. ^ Blutner R., Hochnadel E., Two qubits for C.G. Jung’s theory of personality in Cognitive Systems Research, vol. 11, nº 3, 2010, pp. 243-259.

    "Socionics was developed in the 1970s and 1980s mainly by the Lithuanian researcher Ausˇra Augustinavicˇiute. The name ‘socionics’ is derived from the word ‘society, since Augustinavicˇiute believed that each personality type has a distinct purpose in society, which can be described and explained by socionics. The system of socionics is in several respects similar to the MBTI; however, whereas the latter is dominantly used in the USA and Western Europe, the former is mainly used in Russia and Eastern Europe. For more information, the reader is referred to the website of the International Institute of Socionics and to several scientific journals edited by this institution (see http://socionic.info/en/esocjur.html#top). Despite of several similarities there are also important differences. For instance, the MBTI is based on questionnaires with so-called forced-choice questions. Forcedchoice means that the individual has to choose only one of two possible answers to each question. Obviously, such tests are self-referential. That means they are based on judgments of persons about themselves. Socionics rejects the use of such questionnaires and is based on interviews and direct observation of certain aspects of human behavior instead. However, if personality tests are well constructed and their questions are answered properly, we expect results that often make sense. For that reason, we do not reject test questions principally, but we have to take into account their self-referential character. Another difference relates to the fact that socionics tries to understand Jung’s intuitive system and to provide a deeper explanation for it, mainly in terms of informational metabolism (Kepinski & PZWL, 1972). Further, socionics is not so much a theory of personalities per se, but much more a theory of type relations providing an analysis of the relationships that arise as a consequence of the interaction of people with different personalities."

  6. ^ DeLong R. La socionica come una teoria scientifica potenziale
  7. ^ Tipi psicologici (1921), Milano: Boringhieri, 1977 ISBN 88-339-0328-1. Il capitolo 10, qui disponibile in inglese, contiene descrizioni delle funzioni psicologiche di base e degli 8 principali tipi psicologici.
  8. ^ Carroll, R. T.,The Skeptic's Dictionary: Myers-Briggs Type Indicator

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]