Socio accomandante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

È socio accomandante colui che, in una società in accomandita semplice s.a.s. o in una società in accomandita per azioni s.a.p.a., ha una responsabilità limitata alla quota conferita per le obbligazioni sociali.[1]

Tale categoria di soci è distinta dai soci accomandatari, che rispondono delle obbligazioni contratte dalla società solidalmente e illimitatamente.[2]

I soci accomandanti non possono compiere atti di amministrazione, né trattare o concludere affari in nome della società, se non in forza di procura per singoli affari. Contravvenendo a tale divieto possono essere esclusi dalla società e assumono la responsabilità illimitata e solidale verso i terzi per tutte le obbligazioni sociali (Divieto d'immistione).[3]

Tuttavia gli accomandanti possono prestare la propria opera sotto la direzione degli amministratori e, se l'atto costitutivo della società lo consente, possono dare autorizzazioni e pareri oltre a poter compiere atti di ispezione e di sorveglianza.

Inoltre possono concludere affari in nome della società in qualità di meri ausiliari degli amministratori in forza di una procura speciale. L'accomandante può consultare e controllare il bilancio societario e gli altri documenti contabili, di cui ha diritto di controllare l'esattezza.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campobasso, 2017, p. 153.
  2. ^ Campobasso, 2017, pp. 153-154.
  3. ^ Campobasso, 2017, p. 155.
  4. ^ Campobasso, 2017, pp. 155-156.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4031848-5
Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto