Snowshoe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Snowshoe
Slinky fl.jpg
Informazioni generiche
Luogo origine Stati Uniti Stati Uniti
Data origine 1960
Riconoscimento
Gftp.svg
 Razza riconosciuta
Diffusione
Gftp.svg
 Razza diffusa
Standard
FIFé standard (elenco)
TICA standard (elenco)
Altro GCCF

Lo snowshoe è una razza di gatto ottenuta attraverso incroci tra siamesi e american shorthair bicolori. Il suo nome, "scarpe di neve", deriva dal colore dei piedi, sempre bianchi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi esemplari si ebbero a Philadelphia nel 1960, ma in breve questa razza fece scandalo tra gli allevatori di Siamesi che si erano impegnati per anni per togliere dai loro gatti le macchie bianche sui piedi, considerate difetti[1]. La razza però si diffuse lentamente perché era difficile ottenere esemplari con un disegno giusto: il gene che porta il disegno dei Siamesi è recessivo, quindi un gatto snowshoe si può ottenere solo dopo qualche generazione[2].

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Simile al siamese, ma di aspetto più robusto e di corporatura media. La testa è leggermente cuneiforme, con linea arrotondata. Le orecchie sono proporzionate alla grandezza della testa, ed il naso è di media grandezza[2]. Gli occhi sono azzurri, le zampe sono robuste e muscolose, mentre la coda è lunga circa come il corpo. Il colore del mantello è composto da aree marroni scure e chiare, ed in genere un'area bianca sulla gola. I piedi sono sempre bianchi.

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

È un gatto che non è affatto timido e, come il siamese, è molto giocoso ed estroverso[3].

Cure[modifica | modifica wikitesto]

Ha un mantello corto, mancante di sottopelo, che non necessita di cure particolari[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1000 gatti, Brigit Adam, Beate Ralston, Julia Christ, Ines Christer-Benedetti, 2009, Giunti Editore
  2. ^ a b Enciclopedia del Gatto, 2010, Giunti editore
  3. ^ Tutto quello che avreste voluto sapere sui gatti, Parragon books Ltd 2007, Traduzione di Sonia Sferzi, Milano
  4. ^ agraria.org

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Gatti Portale Gatti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di gatti