Sistema bancario collaterale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il sistema bancario collaterale, o sistema bancario ombra (in inglese: Shadow banking system, in sigla SBS), è l'insieme degli scambi che consentono forme di finanziamento (e, più in generale, di circolazione dei capitali) alternative a quelle che si realizzano attraverso l'intervento degli enti creditizi. Lo Shadow Banking System si realizza al di fuori degli ambiti di intervento delle autorità di supervisione e in assenza dei canali monetari attivabili dalle Banche centrali[1].

Dimensioni economiche[modifica | modifica wikitesto]

Il volume di transazioni del sistema bancario collaterale è cresciuto dopo il 2000. Nel 2007, il Consiglio per la stabilità finanziaria ha stimato le dimensioni economiche del sistema collaterale negli Stati Uniti in 25.000 miliardi, ma dal 2011 si è stimato un decremento di 24.000 miliardi[non chiaro]. A livello globale, uno studio sugli undici più grandi sistemi collaterali sostiene sugli che, questi ultimi, nel 2007, hanno totalizzato 50.000 miliardi di dollari, un volume sceso a 47.000 miliardi nel 2008, a cui ha fatto seguito, una crescita a 51.000 miliardi di dollari a fine 2011 con un successivo incremento a 75.000 nel 2013[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Valerio Lemma, The Shadow Banking System. Creating Transparency in the Financial Markets, 2016, ISBN 9781137496126.manca il numero di pagina[senza fonte]
  2. ^ In breve - Finanza, in Internazionale, 7 novembre 2014, p. 111.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE7597569-5
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia