Sharif el-Gariani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sharif el-Gariani

Sharif El Gariani (Janzour, 187726 febbraio 1945) è stato un religioso libico.

Nato a Janzour o Zanzur, nei pressi di Tobruk, in Libia, Sharif El Gariani (in in arabo: الشارف الغرياني‎, ash-Shārif al-Gharyānī) era nipote di Hussein El Gariani (da Gharyan nella Libia occidentale), cofondatore del primo Senussi Zawia a Al Bayda nel 1844, e l'uomo che si prese cura di un ragazzo orfano di nome Omar Mukhtar (il futuro leader della resistenza in Cirenaica contro il colonialismo italiano).

Dopo l'occupazione italiana della Libia nel 1911, lo sceicco Sharif fu portato a credere che gli italiani fossero invincibili, e questo lo portò ad un lungo periodo disaccordo con il suo vecchio amico Omar Mukhtar. Il suo ruolo nei successivi vent'anni fu quello di mediatore tra il leader della resistenza e il governo italiano in Tripolitania e Cirenaica.

Sharif El Gariani è stato sminuito nel film di propaganda Il leone del deserto, dove egli è ritratto come un traditore pronto a offrire i suoi servigi agli occupanti italiani, se non a fornire informazioni che portassero alla cattura di Mukhtar.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • "Omar al Mukhtar: Nash'athu wa Jihaduh men 1863 ila 1931", Markaz Jihad Al Libiyeen Did al Ghazw al Itali", 1981.
  • "Cirenaica verde", di Attilio Teruzzi, Mondadori, Milano 1931, tradotto in arabo da Kalifa Tillisi.
  • "Cronistoria della Cirenaica 1551-1911", P. Francesco Rovere, tradotto in arabo da Ibrahim Ahmed El Mehdawi,Markaz Jihad Al Libiyeen li Dirasat at Tarikhiya, Bengasi, 2003.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie