Servio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Servio (disambigua).

Servio è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Servio Tullio in un'illustrazione di Frans Huys

Deriva dal praenomen romano Servius, un gentilizio tratto dal latino servus ("servo", "schiavo")[3], col possibile significato di "nato in servitù"[1]. Alternativamente, potrebbe anche significare "colui che osserva"[4], o ancora "conservato [nel ventre della madre]"[1][4].

Questo nome è noto principalmente per essere stato portato da Servio Tullio, il sesto re di Roma[2][3][4] (così chiamato perché sua madre, Ocrisia, era serva alla corte di Tarquinio Prisco[2]).

In Italia è attestato nel Centro-Nord, ma limitatamente a Trieste per la forma "Servolo"[3]; la diffusione generale, comunque, è scarsa[2].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico ricorre il 2 luglio in memoria di san Servio, monaco a Gafsa, martirizzato con altri suoi confratelli a Cartagine sotto Unerico[5].

Con la forma "Servolo" si ricordano inoltre altri tre santi:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Accademia della Crusca, p. 712.
  2. ^ a b c d e La Stella T., p. 327.
  3. ^ a b c d e f g h De Felice, p. 113.
  4. ^ a b c d e f Albaigès i Olivart, p. 224.
  5. ^ Santi Liberato, Bonifacio, Servio, Rustico, Rogato, Settimo e Massimo, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 aprile 2018.
  6. ^ a b Santi di nome Servolo, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 aprile 2018.
  7. ^ a b (EN) Name - Servulus, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 13 aprile 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi