Sentinel-2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sentinel 2
Immagine del veicolo
Sentinel 2-IMG 5873-white (crop).jpg
Modello di Sentinel 2
Dati della missione
OperatoreEuropa ESA
DestinazioneOrbita eliosincrona
Satellite diTerra
EsitoIn corso
VettoreVega
Lancio23 giugno 2015
Luogo lancioCentre spatial guyanais
Durata~7 anni
Proprietà del veicolo spaziale
Massa1,2 t
Costruttore
StrumentazioneMSI
Parametri orbitali
OrbitaOrbita eliosincrona
Sito ufficiale

Sentinel-2 è una missione sviluppata dall' ESA nell'ambito del programma Copernicus per monitorare le aree verdi del pianeta e fornire supporto nella gestione di disastri naturali. Si costituisce di due satelliti identici, Sentinel-2A e Sentinel-2B.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

La missione Sentinel-2 ha le seguenti caratteristiche:

  • Acquisizione immagini multispettro in 13 bande del visibile e infrarosso.
  • Copertura globale delle terre emerse tra gli 84° S e gli 84° N, acque costiere, e tutto il Mar Mediterraneo
  • Sorvolo di uno stesso punto sulla superficie terrestre con lo stesso angolo di visuale ogni 5 giorni. Alle latitudini più alte il sorvolo della superficie è più frequente, ma con differenti angoli di visuale.
  • Risoluzione di dettagli al suolo di 10, 20 e 60 metri a seconda della banda dello spettro.
  • Orizzonte al suolo di 290 km
  • Dati liberamente accessibili

Per garantire un'alta frequenza di sorvoli e disponibilità continuativa, due satelliti identici (Sentinel-2A and Sentinel-2B) operano simultaneamente sulla stessa orbita eliosincrona a 786 km di altezza sfalsati di 180 gradi.

Lanci[modifica | modifica wikitesto]

Il primo satellite, Sentinel-2A, è stato lanciato il 23 giugno 2015 alle 01:52 UTC con un vettore Vega.[1] Il Sentinel-2B, il 7 marzo 2017 alle 01:49 UTC[2], sempre a bordo di un Vega.[3]

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

I satelliti Sentinel-2 montano entrambi un dispositivo multispettrale (MSI) in grado di acquisire immagini su 13 canali nel visibile/infrarosso (VNIR) e nella banda dell'infrarosso ad onde corte (SWIR).

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il programma Sentinel-2 è in grado di monitorare lo sviluppo di piante in ambito agricolo o forestale, valutando le variazioni nei livelli di clorofilla e contenuti di acqua.

Oltre alla crescita delle piante, Sentinel-2 può essere usato per ottenere informazioni sull'inquinamento dei laghi e delle acque costiere e, in caso di estesi disastri ambientali come allagamenti, eruzioni vulcaniche[4] o smottamenti, è di supporto nella gestione delle emergenze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tomasz Nowakowski, Arianespace successfully launches Europe's Sentinel-2A Earth observation satellite, in Spaceflight Insider, 23 giugno 2015. URL consultato il 17 agosto 2016.
  2. ^ The Vega launch success with Sentinel-2B confirms Arianespace’s contribution to a better life on Earth, su arianespace.com, 7 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2017.
  3. ^ Jacques van Oene, ESA's Sentinel 2B spacecraft steps into the spotlight, in Spaceflight Insider, 17 novembre 2016. URL consultato il 17 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2016).
  4. ^ Claudia Corradino, Gaetana Ganci e Annalisa Cappello, Mapping Recent Lava Flows at Mount Etna Using Multispectral Sentinel-2 Images and Machine Learning Techniques, in Remote Sensing, vol. 11, n. 16, 16 agosto 2019, p. 1916, DOI:10.3390/rs11161916. URL consultato il 21 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]