Secondamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il secondamento è l'ultima fase del parto e consiste nell'espulsione della placenta e di tutti gli annessi fetali (membrane amnio coriali e funicolo).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Avviene nel momento finale del parto, circa quindici - trenta minuti dopo la nascita dell'infante, iniziano nuovamente piccole contrazioni uterine che favoriscono il distacco e l'espulsione di placenta e parti annesse, insieme con una modesta quantità di sangue (non più di 500 ml secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità); possono manifestarsi emorragie.

In caso di pericolo, o se il parto stesso perdura per più di un 1 ora, può essere eseguito manualmente mediante Manovra di Brandt-Andrews, mentre esistono anche particolari farmaci che ne facilitano la riuscita.

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Livio Zanolo, Barcellona Eliana, Zacchè Gabrio, Ginecologia e ostetricia con tavole di F.H. Netter, Milano, Elsevier Masson srl, 2007, ISBN 978-88-214-2730-5.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina