Sebastiano Ghezzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sebastiano Ghezzi (15801645) è stato un pittore e architetto italiano, attivo durante il periodo dell'arte barocca.

Nato a Comunanza vicino ad Ascoli Piceno, ha viaggiato fino a Bologna, dove ha tratto insegnamento nel disegno dal Guercino. Egli divenne famoso come architetto. Venne nominato ingegnere papale da Papa Urbano VIII, e venne nominato Cavaliere della Croce. Suo figlio Giuseppe era famoso come pittore; suo nipote, Pier Leone, è diventato famoso per le sue caricature. Sebastiano affrescò le lunette (1612-1613) nel chiostro di San Domenico ad Ascoli, dove lasciò un autoritratto. Gli affreschi sono attualmente molto rovinati.[1] Egli dipinse anche l'altare maggiore della chiesa di San Francesco a Comunanza.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pamphlet on Convent Archiviato il 26 ottobre 2007 in Internet Archive.
  2. ^ Comunanza website

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN259217642 · ULAN (EN500348029