Scuola estiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scuola estiva (traduzione dell'inglese «summer school») è un corso di istruzione, organizzato durante la suddetta stagione.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Tali corsi hanno un'impostazione differente dal resto dell'anno scolastico, considerando anche il periodo di svolgimento.[2] Riguardano, infatti, materie diverse dal normale studio: lezioni di lingua, attività culturali (sportive, musicali, teatrali) oppure all'aria aperta.[2][3] Queste, che hanno un'organizzazione simile ad un camposcuola, variano in base al territorio: per esempio trekking, kayak e team building.[2][4]

In italiano, l'espressione viene usata anche per indicare i corsi di recupero: essi sono rivolti agli studenti che, al termine dell'anno scolastico, abbiano ricevuto debiti e dovranno sostenere esami di riparazione.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sergio Rame, Il ministro Giannini: "Scuole aperte anche d'estate e la domenica", su ilgiornale.it, 17 maggio 2016.
  2. ^ a b c (EN) Summer Schools in Europe, su summerschoolsineurope.eu.
  3. ^ Summer School, su progettorena.it.
  4. ^ Antonella De Gregorio, Le 700 scuole che restano aperte d'estate. Si comincia dalla periferia, su corriere.it, 9 giugno 2016.
  5. ^ Partono i corsi di recupero estivi ma non per tutte le materie, su lastampa.it, 1º luglio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Scienza e tecnica