Scuola di teatro Alessandra Galante Garrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scuola di teatro "Alessandra Galante Garrone"
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàBologna, via degli Ortolani, 12
Dati generali
Fondazione1976
TipoPrivata
Facoltà2 (Corsi biennali per attori; Corsi annuali di Nouveau Cirque)
RettoreVittorio Franceschi e Claudia Busi, in qualità di direttori artistici
Sito web

La Scuola di teatro "Alessandra Galante Garrone" è un'accademia d'arte drammatica italiana, con sede a Bologna.

Fondata da Alessandra Galante Garrone nel 1976 ("Scuola di teatro di Bologna") è stata riconosciuta nel 1984 dal Ministero del turismo e dello spettacolo ed oggi è accreditata per la formazione professionale dalla regione Emilia-Romagna e dal Fondo sociale europeo.

La scuola collabora con teatri pubblici e privati italiani ed europei e molti allievi ricevono riconoscimenti nelle principali manifestazioni del teatro italiano.

Negli anni ha avviato relazioni e scambi didattici con l'Ecole Jacques Lecoq di Parigi, l'Accademia di musica di Praga, l'Università di Bologna, l'Eugene O'Neill Theater di New York, il Théatre du Soleil di Parigi, il Cirque Baroque di Villemarechal.

Alla sua fondazione, la scuola era collocata nello storico palazzo del Teatro La Soffitta (La Ribalta) di proprietà della Provincia di Bologna. Nel dicembre 2003 ha ottenuto in gestione dal comune di Bologna il teatro San Leonardo, oggi “Circoteatro Sanleonardo” che ospita parte dei corsi ed una stagione teatrale.

La pedagogia è ampiamente tratta dagli insegnamenti di Jacques Lecoq.

Alla scomparsa di Alessandra Galante Garrone nel marzo 2004, la direzione della scuola è passata a Claudia Busi e Vittorio Franceschi.

Allievi illustri[modifica | modifica wikitesto]

Tra i suoi allievi più celebri che hanno studiato presso l'accademia ricordiamo:Ivano Marescotti, Stefano Bicocchi (più noto come Vito), Lunetta Savino, Stefano Accorsi, Simone Borrelli, Saverio La Ruina, Angelica Leo, Elena Bucci, Marco Sgrosso, Massimo Nicolini, Francesca Mazza, Emanuela Grimalda, Linda Gennari, Eugenio Allegri, Renata Palminiello.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]