Scarto interquartile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo scarto interquartile in una gaussiana, rispetto alla deviazione standard

In statistica lo scarto interquartile (o differenza interquartile o ampiezza interquartile, in inglese interquartile range o IQR) è la differenza tra il terzo e il primo quartile,[1] ovvero l'ampiezza della fascia di valori che contiene la metà "centrale" dei valori osservati.

Lo scarto interquartile è un indice di dispersione, cioè una misura di quanto i valori si allontanino da un valore centrale. Viene utilizzato nel disegno del diagramma box-plot.

Scarto interquartile di variabili aleatorie[modifica | modifica wikitesto]

Lo scarto interquartile di una variabile aleatoria si ottiene tramite la funzione di ripartizione, come differenza .

Per una variabile casuale normale lo scarto interquartile è circa .

Per una variabile casuale di Cauchy lo scarto interquartile è .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Glossario Istat

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Statistica Portale Statistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di statistica