Sarmizegetusa Regia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sarmizegetusa Regia
Sarmizegetusa map it.svg
Pianta della città di Sarmizegetusa Regia, capitale dei Daci.
CiviltàDaci
UtilizzoFortezza
Localizzazione
StatoRomania Romania
DistrettoDistretto di Hunedoara
Dimensioni
Altezza1200 metri s.l.m.
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°37′22″N 23°18′37″E / 45.622778°N 23.310278°E45.622778; 23.310278

Sarmizegetusa Regia era il più importante centro dell'antica Dacia, in senso militare, religioso e politico, a partire dal re Burebista, attorno alla metà del I secolo a.C.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Eretta in cima ad una rupe alta 1200 metri, la fortezza era il nucleo del sistema strategico di difesa nei Monti Orăștie, in Romania, che comprendeva sei cittadelle, e si trova nei pressi della moderna cittadina di Hațeg.

La capitale dei Daci copriva un'area di 9 ettari, di cui 3 ettari erano costituiti dalla sola Acropoli. Fu l'oppidum più industrializzato, tra i centri politici e religiosi europei dell'età preistorica. La cinta muraria era formata da massicci blocchi di pietra (murus dacicus), era edificato su cinque differenti terrazzamenti. Sarmizegetusa aveva anche un distretto sacro, uno dei più importanti e grandi santuari daci.

I civili vivevano attorno alla fortezza, sotto le montagne in terrazzamenti artificiali. La nobiltà dacica aveva acqua corrente, portata attraverso tubi di ceramica nelle loro residenze. Le scoperte archeologiche nel sito mostrano che la società dacica godeva di un alto tenore di vita, per l'epoca.

Il tempio di Sarmizegetusa
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Conquista della Dacia.

La capitale dacica raggiunse il suo apice sotto Decebalo, il re dei Daci sconfitto in due campagne militari (101-102 e 105-106), dagli eserciti di Roma, guidati dall'imperatore Traiano. Dopo la sconfitta dei Daci, i conquistatori romani stabilirono una guarnigione militare qui che poteva ospitare due legioni, mantenendo al suo interno un presidio militare. Poi, la capitale della Dacia Romana fu stabilita a 50 km dalle rovine dell'antica capitale e chiamata Colonia Ulpia Traiana Augusta Dacica Sarmizegetusa.

Tutte le sei fortezze, Sarmizegetusa Regia, Luncani - Piatra Roșie, Costești - Blidaru, Costești - Cetățuie, Căpâlna e Bănița, che formavano il sistema difensivo di Decebalo, fanno parte del patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

Sarmizegetusa è anche il nome di un comune nella moderna Romania, nella depressione di Tara Hategului, distretto di Hunedoara, dove si trovano le rovine di Colonia Ulpia Traiana Augusta Dacica Sarmizegetusa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A cura di Grigore Arbore Popescu, Traiano ai confini dell'impero, Milano 1998.
  • Emile Condurachi e Constantin Daicoviciu, Archeologia Mundi: Romania, Roma 1975.
  • AAVV, I Daci: mostra della civiltà daco-getica in epoca classica, Roma dicembre 1979-gennaio 1980.
  • AAVV, Dacia - Revue d'archéologie et d'histoire ancienne (1957-1961).
  • AAVV, La Dacia pre-romana e romana, i rapporti con l'Impero, Vol. 52, Atti dei convegni dell'Accademia Nazionale dei Lincei, 1982.
  • Julian Bennet, Trajan, Optimus Princeps, Bloomington 2001. ISBN 0-253-21435-1

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità