Santtu-Matias Rouvali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Santtu-Matias Rouvali (Lahti, 5 novembre 1985) è un direttore d'orchestra e percussionista finlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Santtu-Matias Rouvali nacque a Lahti, Finlandia, proveniente da una famiglia di musicisti; i genitori di Rouvali suonavano nell'Orchestra Sinfonica di Lahti. È il più grande dei tre figli della sua famiglia. Uno dei suoi fratelli minori morì in un incidente d'auto all'età di 23 anni.[1]

Rouvali imparò le percussioni da giovane e continuò i suoi studi presso l'Accademia Sibelius. Rouvali ha partecipato alla gara di qualificazione finlandese dei giovani solisti dell'Eurovisione nel 2004 come percussionista. Come percussionista si è esibito con orchestre come la Mikkeli City Orchestra, l'Orchestra Sinfonica di Lahti e l'Orchestra sinfonica della radio finlandese. All'età di 22 anni si concentrò maggiormente sugli studi di direzione all'Accademia Sibelius, dove tra i suoi insegnanti c'erano Jorma Panula, Leif Segerstam e Hannu Lintu.

Nel settembre 2009 Rouvali diresse come ospite l'Orchestra sinfonica della radio finlandese come sostituto d'emergenza. Fu il primo ospite a dirigere la Tapiola Sinfonietta nel novembre del 2010. Più tardi nello stesso mese la Tapiola Sinfonietta nominò Rouvali artista in associazione con l'orchestra, a partire da settembre 2011, con un contratto di 3 anni.[2]

Rouvali diresse per la prima volta come ospite l'Orchestra Filarmonica di Tampere nel gennaio 2010. Successivamente tornò come direttore ospite nel dicembre 2011. Nel settembre 2012 l'orchestra annunciò la nomina di Rouvali come direttore principale, a partire dalla stagione 2013-2014, con un contratto iniziale di 3 anni.[3] Il suo attuale contratto di Tampere è fino al 2019.[4]

Al di fuori della Finlandia Rouvali è stato il primo ospite a dirigere l'Orchestra Filarmonica di Copenaghen nel novembre 2011. Successivamente diventò direttore ospite principale dell'orchestra a partire dalla stagione 2013-2014. Nell'agosto 2014 Rouvali fece la sua prima apparizione come direttore ospite con l'Orchestra Sinfonica di Göteborg. Nel maggio 2016 l'Orchestra di Göteborg annunciò la nomina di Rouvali come suo prossimo direttore principale, a valere con la stagione 2017-2018, con un contratto iniziale di 4 anni.[5][6] Nel marzo 2017 la Philharmonia Orchestra annunciò la nomina di Rouvali come uno dei suoi due nuovi direttori ospiti principali, in vigore con la stagione 2017-2018.[7]

Rouvali ha realizzato registrazioni commerciali con la Oulu Philharmonic Orchestra per Ondine e con la Tampere Philharmonic per Orfeo.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matthias Mattila, "Ehkä mulla on ADHD omalla tavallaan" – Santtu-Matias Rouvali rauhoittuu, kun musiikki on hänen näpeissään, in YLE (Finnish Radio), 12 dicembre 2015. URL consultato il 10 luglio 2016.
  2. ^ Santtu-Matias Rouvali appointed Artist in Association of the Tapiola Sinfonietta, su harrisonparrott.com, Harrison Parrott, 26 novembre 2010. URL consultato il 10 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2016).
  3. ^ Santtu-Matias Rouvali Tampere Filharmonian ylikapellimestariksi 2013, su tampere.fi, City of Tampere, 10 settembre 2012. URL consultato il 10 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2016).
  4. ^ Santtu-Matias Rouvalille toinenkin ylikapellimestaripesti, su tamperefilharmonia.fi, Tampere Philharmonic, 25 maggio 2016. URL consultato il 10 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2016).
  5. ^ Gothenburg Symphony appoints Santtu-Matias Rouvali as Chief Conductor, su harrisonparrott.com, Harrison Parrott, 25 maggio 2016. URL consultato il 10 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2016).
  6. ^ 31-årig dirigent ska leda symfonikerna i Goteborg, in Sverige-Radio, 25 maggio 2016. URL consultato il 10 luglio 2016.
  7. ^ The Philharmonia announces two Principal Guest Conductors: Jakub Hrůša and Santtu-Matias Rouvali, su philharmonia.co.uk, Philharmonia Orchestra, 30 marzo 2017. URL consultato il 31 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2017).
  8. ^ Kate Molleson, Nielsen/Sibelius: Violin Concertos, etc CD review – clean, supple and boisterous, in The Guardian, 24 settembre 2015. URL consultato il 10 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305204375 · LCCN (ENno2013088451 · GND (DE1076301193 · BNF (FRcb16733066g (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2013088451