Salmoè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chalumeau
JAP 3 Klappen Chalumeau.jpg
Informazioni generali
Classificazione Aerofoni ad ancia semplice
Uso
Musica barocca
Genealogia
 Antecedenti Discendenti 
flauto Clarinetto e Oboe

Il salmoè è un antico strumento ad ancia semplice usato nel tardo XVII e XVIII secolo.

Tra i vari nomi con i quali è stato indicato lo strumento, vi sono scialumò, schalamaux, shalamo, salmò, chalimou, tutte forme derivate di chalumeau (al plurale chalumeaux), termine che a sua volta deriva, attraverso il latino calamus, dal greco κάλαμος (kalamos) che significa "canna".[1] Fu a partire da questo strumento che Johann Christoph Denner sviluppò il clarinetto allargando l'estensione nell'acuto.

Hanno scritto concerti per questo strumento, tra gli altri, Antonio Vivaldi, Christoph Graupner e Georg Philipp Telemann, e suo fratello che ne sono stati pure suonatori; dopo un secolo di vita, tuttavia, lo strumento cadde in disuso e il termine ed i suoi derivati passarono ad indicare il registro grave del clarinetto.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Stanley Sadie, Chalumeau, in The New Grove Dictionary of Music and Musicians, 1ª ed., Macmillan Publishers, 1980, ISBN 0-333-23111-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4231682-0