Ross 614

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ross 614 A / B
Ross 614
Monoceros IAU.svg
ClassificazioneNana rossa
Classe spettraleM4,5V / M8V
Tipo di variabileStella a brillamento
Distanza dal Sole13,3 al
CostellazioneUnicorno
Coordinate
Ascensione retta6h 29m 23,4s
Declinazione−2° 48′ 50″
Dati fisici
Raggio medio0,25 / 0,13 R
Massa
0,22 / 0,11 M
Dati osservativi
Magnitudine app.+11,15 / +14,23
Magnitudine ass.13,09 / 16,17
Velocità radiale+24 km/s
Nomenclature alternative
A: CCDM J06294-0249A, GCTP 1509.00, GJ 234 A, Gl 106-049, HIP 30920, LFT 473, LHS 1849/1850, LPM 239, LTT 2564, NLTT 16580, V577 Monocerotis B: CCDM J06294-0249B, GJ 234 B, LHS 1850

Coordinate: Carta celeste 06h 29m 23.4s, -02° 48′ 50″

Ross 614 è uno dei sistemi binari più vicino a noi ed è formato da due piccole nane rosse. La coppia si trova ad una distanza di circa 13,3 anni luce È una delle coppie di stelle più piccole e leggere che si conoscono. Scoperte nel 1927 da F.E. Ross, entrambe sono di tipo spettrale M. Le due componenti, visualmente separate di 1,1 secondi d'arco, ruotano attorno al comune centro di massa in un periodo di 16,6 anni[1].

Le componenti[modifica | modifica wikitesto]

Ross 614 A[modifica | modifica wikitesto]

La componente A possiede 1/5 della massa del nostro Sole, 1/4 del diametro, ed è 2100 volte meno luminosa, mentre la sua magnitudine visuale è pari a 11,15. È anche classificata variabile con la denominazione V577 Monocerotis, per essere una stella a brillamento, con brevi e violenti cambi di luminosità anche nel giro di poche ore e anche meno.

Ross 614 B[modifica | modifica wikitesto]

La componente B ha una massa pari a 1/10 della massa del Sole, e solo 1/9 del suo diametro ed è 63 000 volte meno luminosa. Ross 614B possiede solo 80 volte la massa di Giove, approssimativamente lo stesso diametro, e una magnitudine visuale di +14,2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) George Gatewood et al., An Astrometric Study of the Low-Mass Binary Star Ross 614, in The Astronomical Journal, vol. 125, n. 3, 2003, pp. 1530–1536, DOI:10.1086/346143.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni