Roberto Ferrario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Ferrario (Busto Arsizio, 6 settembre 1947Busto Arsizio, 5 agosto 2010) è stato un giornalista, editore e imprenditore italiano.

Nato in una famiglia di imprenditori, era nipote di Stefano Ferrario, industriale tessile bustese ai vertici del quotidiano La Prealpina sin dal 1946, e presidente dello stesso dal 1966 al 1982. Alla sua morte, Roberto divenne amministratore delegato del quotidiano; il 24 novembre 2003 succedette a Mino Durand nella carica di direttore dopo una ventennale esperienza di supporto alla redazione, mentre aveva la responsabilità amministrativa della Società Editoriale Varesina, fondata nel 1928.[1]

Fu Roberto Ferrario a introdurre nel quotidiano quattro edizioni giornaliereː Varese, Busto-Gallarate-Saronno, Altomilanese e Verbania.[2]

Alla morte di Ferrario, la moglie Daniela Bramati gli succedette nella guida della Società Editoriale Varesina a cui fa capo La Prealpina, portando avanti l'azienda con l'aiuto dei figli Davide, a capo del settore commerciale e della tipografia, e Paola, a capo dell'amministrazione.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Prealpina, prealpina.it. URL consultato il 12 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2014).
  2. ^ È morto Roberto Ferrario, in VareseNews, 5 agosto 2010. URL consultato il 12 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2014).
  3. ^ Claudio Sonzogno, La 'mia' Prealpina – Intervista a Daniela Bramati e Paolo Provenzi, editore e direttore della Prealpina, in primaonline.it, 26 giugno 2012. URL consultato il 12 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2014).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]