Rinaldo Mantovano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri usi dello pseudonimo, vedi Il Mantovano.

Rinaldo Mantovano (Mantova, XVI secoloXVI secolo) è stato un pittore italiano.

Conosciuto anche come Rinaldo (Domenico) Mantovano o il Mantovano è stato un pittore manierista della Scuola di Mantova, attiva nel XVI secolo principalmente a Mantova.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Te, Mantova, Sala di Psiche

Rinaldo Mantovano, il miglior allievo di Giulio Romano, partecipò, insieme a Benedetto Pagni, alla decorazione di Palazzo Te a Mantova.

Il suo lavoro con Giulio Romano è documentato dal 1531, quando partecipò alla decorazione del Castello di San Giorgio di Mantova, per il matrimonio del duca di Mantova Federico II e di Margherita Paleologa, e nel suo appartamento all'interno del Palazzo Ducale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Te[modifica | modifica wikitesto]

  • Decorazione della Sala dei Venti, la Camera delle Aquile (1527) e della Loggia di David (1531),
  • Decorazione della Sala dei Giganti (1532 à 1536) (pitture murali e di una parte del soffitto)[1].
  • Zefiro che soffia sopra il mare (1527), olio su stucco, Sala di Psiche.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Decorazione dell'Appartamento di Troia e del Camerino dei Falconi (1536-1539), Palazzo Ducale, Mantova.
  • Flagellazione di Cristo, 1539-40, olio su tela, 258x183 cm, Museo di Palazzo Ducale, Mantova.[2]
  • Affreschi (su disegni di Giulio Romano), cappella Boschetti, Basilica di Sant'Andrea, Mantova.
  • Martirio di San Sebastiano (affresco), cappella di San Sebastiano, Basilica di Sant'Andrea.
  • Trionfo di Giulio Cesare[3].
  • Sant'Agostino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Sabine Forero-Mendoza, Le temps des ruines, le gout des ruines et les formes de la conscience, page 151.Google Livres
  2. ^ Scheda su museiditalia, su culturaitalia.it.
  3. ^ (FR) Albrecht Krafft, Catalogue de la galerie de tableaux au Belvédère à Vienne, page 31, 1853. Google Livres.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Grove Dictionary of Art, MacMillan Publishers, 2000.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95732258 · ULAN (EN500008394