Richard Heintz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Richard Heintz
all'età di 34 anni

Richard Heintz (Herstal, 25 ottobre 1871Sy, 26 maggio 1929) è stato un pittore e incisore belga.

Artista post-impressionista, aderì alla corrente luminista. Come pittore fu abile sia nella pittura ad olio che nell'acquarello, come incisore si distinse per le sue splendide acqueforti.
Soprannominato il "Maestro di Sy" e anche il "Maestro senza scuola", fu il pittore paesaggista del massiccio delle Ardenne e può essere considerato come uno dei maggiori artisti di Liegi della sua generazione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Casa di Richard Heintz a Verleine sur Ourthe

Richard Heintz visse con la famiglia dapprima a Liegi, quindi a Gand, dove apprese il dialetto fiammingo con suo cugino acquarellista e acquafortista. Nel 1886 entrò nell'"Accademia di Gand". Si iscrisse in seguito all'"Accademia reale di belle arti di Liegi" dove non terminò gli studi ma fu allievo di Adrien de Witte e di Émile Delperée. Dal 1906 al 1912 visse e studiò a Roma, grazie ad una borsa di studio della fondazione Lambert Darchis. Tornato in patria, si stabilì a Sy e s'impegnò particolarmente nel lavoro dipingendo senza sosta. Espose in compagnia di Luc Lafnet e di Margueritte Radoux, frequentò Léon Philippet e Georges Petit alla Fondazione Darchis a Roma.

Nel 1926, ormai cinquantacinquenne, sposò Madeleine Orban e visse con lei a Nassogne per soli tre anni, cioè fino alla sua morte.
Richard Heintz morì infatti all'improvviso, a 58 anni, sulla riva dell'Ourthe, ai piedi del roccione detto "del Sabot" sulla sponda destra del fiume, che fa parte del comune di Tohogne. Una targa commemorativa fu apposta in quel luogo. Tuttavia l'atto di morte fu registrato nel comune di Sy[1].

Heintz non fu mai un docente di pittura, ma ebbe una grande influenza su un notevole numero di pittori paesaggisti belgi. A cominciare da Fernand Ponthier e dal suo fedele amico Aristide Capelle.
Il suo grande rivale durante tutta la vita fu Xavier Wurth, altro esponente prestigioso della scuola paesaggistica di Liegi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1892 - La ferme, collezione privata.
  • 1893 - Le séchage du linge, collezione privata.
  • 1894 - Durante il soggiorno a Tegernsee, in compagnia dello scrittore Paul Gérardy:
    • Sous-bois (après la pluie), Sauheid, collezione privata.
    • Fermette, collezione privata.
    • Paysage a Tegernsee., acquarello.
    • Le vol d'oies a Tegernsee, collezione privata.
    • Matin, brouillard, Sy, collezione privata.
  • 1895 - Impression. Effet de neige par une belle journée de février 1895 (Vue prise à Sy), collezione privata.
  • 1896 - Colonstère-Impression, collezione privata.
  • 1897:
    • Horizons, collezione privata.
    • Strivay près d'Esneux, collezione privata.
  • 1899:
    • Sous-bois-1899, collezione privata.
    • Neige à Sy, collezione privata.
  • 1900:
    • Le moulin de Rothem, collezione privata.
    • Dégel au bois d'Angleur, collezione privata.
    • Neige à Sy, collezione privata.
  • 1902:
    • Vallée, collezione privata.
    • L'église de Verlaine, collezione privata.
    • L'église
  • 1903 - Le rocher du Sabot à Sy, collezione privata.
  • 1904 - L'Ourthe à Hamoir-Lassus, collezione privata.
  • 1905:
    • Liège - Exposition du 1905, collezione privata.
    • La Roche Noire à Sy, al Museo di belle arti di Liegi.
  • 1906 - Sy-1906, collezione privata.
  • 1907, agosto - San Giovanni del Toro (Ravello), collezione privata.
  • 1908:
    • La "piazzetta" de Venise, collezione privata.
    • Le palais des doges à Venise, al Museo di belle arti di Liegi.
  • 1913:
    • Les grandes eaux à la roche noire, Sy-hiver, 1913, collezione privata.
    • Ortho, collezione privata.
  • 1914:
    • Inondation à Sy en 1914, collezione privata.
    • La maison Sarton à Our, collezione privata.
  • 1915 - Vers le soir, Sy, collezione privata.
  • 1916:
    • Effet de soir à Sy, collezione privata.
    • Chaumière à La Gotale, collezione privata.
    • À Lesse, collezione privata.
    • À Bra s/Lienne, collezione G. Anciaux.
  • 1917 - Paysage des Fagnes, collezione privata.
  • 1918 - Matin d'avril à Hony, collezione privata.
  • 1919 - La ferme, collezione privata.
  • 1921 - Portrait d'Aristide Capelle.
  • 1922 - Crépuscule, Chiny-novembre 1922, collezione privata.
  • 1923 - La roche aux corneilles à Sy, collezione privata.
  • 1925:
    • Sy, collezione privata.
    • Matin à Sy, collezione privata.
    • La Roche noire, collezione privata.
    • Le rocher du Sabot à Sy, collezione G. Anciaux.
  • 1926, febbraio - Le cap Ferrat, collezione privata.
    • La maison d'un belge à Catignac, collezione privata.
  • 1927 - Brouillard et givre, al Museo di belle arti di Liegi.
  • 1928:
    • La Roche Noire, al Museo di belle arti di Liegi.
    • La chaumière Mathieu à Sy, collezione privata.
    • La Lesse à Transinne, collezione privata.
    • La ferme Colas à Nassogne-janvier 1928, collezione privata.
  • 1929 - Printemps à Sy

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Rue Richard Heintz, a Herstal.
  • Rue Richard Heintz, a Liegi.
  • Rue Richard Heintz, a Nassogne.
  • Rue Richard Heintz, a Sy.
  • Monumento a Richard Heintz, a Sy
  • Targa commemorativa della sua casa natale, al Museo comunale di Herstal.
  • Targa commemorativa sulla casa dove visse, in rue Richard Heintz, a Nassogne.
  • Targa commemorativa alla roccia "du Sabot", a Tohogne.
  • Busto di Richard Heintz, opera dello scultore Louis Dupont al Museo dell'Arte wallone, Liegi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sy in realtà è una frazione del comune di Ferrières, in provincia di Liegi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Olympe Gilbart, Un peintre de l'Ourthe, Edizioni Wallonia, 1905
  • Charles Delchevalerie, Richard Heintz peintre de l'Ourthe et de l'Ardenne, collana "La Vie wallonne", Ediz. G. Thône, Liegi, 1929
  • Jules Bosmant, La peinture et la sculpture au pays de Liège de 1793 à nos jours, Editore Mawet, Liegi, 1930
  • Palais des Beaux-Arts de Liège, Rétrospective Richard Heintz, catalogo, Pim services, Liegi, 1931
  • Berthe Bolsée, Richard Heintz, da "Carrefour", agosto-settembre 1931
  • Arsène Soreil, Richard Heintz, nei "Quaderni della Mosa", giugno-agosto, Liegi, 1931
  • Jules Bosmant, Richard Heintz, peintre de l’Ardenne, Liegi, ediz. Bénard - Parigi, ediz. Dorbon Ainé, 1933
  • Henri Lavachery, In memoriam; pages sur Richard Heintz, Edizione "Art belge", 1933
  • Paul Fierens, L'Ardenne inspiratrice de nos peintres, in "Vouloir", nº14, 24 febbraio 1945
  • Jules Bosmant, Richard Heintz, Monografie dell'"Art belge", edita da De Sikkel per il Ministero dell'istruzione pubblica, Anversa, Belgio, 1948
  • Paul Caso, Le maître de Sy, in "Le Soir", 18 agosto 1969
  • Bernadette Lognard-Poncin, Richard Heintz, collana Au rythme de Ferrières, Edizione Leens-Verviers, 1979
  • Paul Gérardy et ses amis, catalogo d'esposizione, Cabinet des Estampes, Museo del "Parco della Boverie", Liegi, 20 marzo-20 aprile 1980
  • Jacques Parisse, Richard Heintz ou les conditions de l'artiste, Fernand Nathan - Edizioni Labor, 1982
  • Serge Goyens de Heusch, L'impressionnisme et le fauvisme en Belgique, Ediz. Fonds Mercator, Anversa, 1988
  • Liliane Sabatini, Le Musée de l'Art wallon, collana Musea Nostra, Ministero della Comunità francese del Belgio / Crédit communal de Belgique, Bruxelles, 1988
  • Louis Maraite, Richard Heintz 1871 - 1929, Editore Massoz, Liegi, 1990
  • Jacques Goijen, L'École Liégeoise du Paysage; ma merveilleuse aventure, catalogo, Stamperia Chauveheid, Stavelot, 1991
  • Pierre Somville, Le Cercle royal des beaux-arts de Liège 1892-1992, Edizione del Crédit Communal, 1992
  • Jacques Parisse, Richard Heintz. Boursier Darchis 1906-1912, in: Jean Puraye, La Fondation Lambert Darchis à Rome, Liegi, 1993, pag. 397–410
  • AA. VV. Ministero della Regione Wallone del Belgio, Peintres en forêt, Editore Omer Marchal, Stavelot, 1994
  • Le Dictionnaire des peintres belges du XIVe à nos jours, "La Renaissance du livre", Bruxelles, 1995
  • Vers la modernité, le XIXe au pays de Liège. Catalogo di esposizione, (Liegi, 5 ottobre 2001-20 gennaio 2002), Liegi, 2001
  • Jacques Parisse, Richard Heintz 1871-1929. L'Ardenne et l'Italie. Editore Pierre Mardaga, Sprimont, 2005
  • AA. VV. (sotto la direzione di Joost De Geest), 500 chefs-d’œuvre de l’art belge. Du XVe à nos jours, Ediz. Racine, Bruxelles, 2006, pag.214
  • Jacques Goijen, Dictionnaire des peintres de l'école liégeoise du paysage, Edizioni "École liégeoise du paysage", Liegi, 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3641470 · ISNI (EN0000 0000 6685 3306 · LCCN (ENno2003057371 · GND (DE132710935 · ULAN (EN500108486 · WorldCat Identities (ENlccn-no2003057371