Religiose francescane di Sant'Antonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Religiose Francescane di Sant'Antonio sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio; le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla R.F.S.A.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione fu fondata a Carpino il 17 gennaio 1901 da Giulia Bonifacio (in religione Miradio della Provvidenza) dietro invito del parroco del luogo, Francesco Carisdeo, per la cura e l'istruzione della fanciullezza abbandonata.[2]

L'istituto, aggregato all'ordine dei frati minori dal 2 febbraio 1906, ricevette il pontificio decreto di lode il 21 dicembre 1941 e l'approvazione definitiva il 24 gennaio 1949.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le suore si dedicano all'istruzione e all'educazione di infanzia e gioventù e all'assistenza a orfani e anziani.[3]

Oltre che in Italia, sono presenti in Australia, Brasile, Colombia, El Salvador, Filippine, Guatemala, Nicaragua, Panama;[4] la sede generalizia è ad Ariccia.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 175 religiose in 36 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1649.
  2. ^ a b G. Rocca, DIP, vol. IV (1977), col. 434.
  3. ^ G. Rocca, DIP, vol. IV (1977), col. 435.
  4. ^ SFrSAntonio, santarcisio.org. URL consultato il 25 ottobre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo