RX J1347.5-1145

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
RX J1347.5-1145
Ammasso di galassie
ALMA’s Hole in the Universe.jpg
Effetto Sunyaev-Zel'dovich in blu osservato dal radiotelescopio ALMA
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneVergine
Ascensione retta13h 47m 30.6s
Declinazione-11° 45′ 10″
Distanza4,536 miliardi a.l.  
Redshiftz = 0,451
Velocità radiale135.296 km/s
Caratteristiche fisiche
TipoAmmasso di galassie
Altre designazioni
ClG J1347-1145, LCDCS 0829, BAX 206.8833-11.7617, MACS J1347.5-1144, MCS J1347.5-1144, MCXC J1347.5-1144, RX J1347.5-1144, RXC J1347.5-1145, RXC J1347.5-1144, 1RXS J134730.5-114455,
Mappa di localizzazione
RX J1347.5-1145
Virgo IAU.svg
Categoria di ammassi di galassie

Coordinate: Carta celeste 13h 47m 30.6s, -11° 45′ 10″

RX J347.5-1145 in un'immagine composita, ottica (Telescopio spaziale Hubble) e raggi X (Telescopio spaziale Chandra)

RX J1347.5-1145 è un ammasso di galassie situato in direzione della costellazione della Vergine alla distanza di oltre 4,5 miliardi di anni luce dalla Terra (light travel time). Uno degli ammassi più luminosi nella gamma dei raggi X, come rilevato dalle osservazione del telescopio spaziale Chandra[1], e più massicci tra quelli noti, con una luminosità X in eccesso di 10^45^erg/s[2].

È stato uno dei 25 ammassi di galassie studiati con il Telescopio spaziale Hubble nel corso di una campagna di osservazioni denominata Cluster Lensing And Supernova survey with Hubble (CLASH)[3][4] nel corso di un periodo di tre anni e mezzo (2010-2013).

L'ellittica GALEX J134730.7-114509 è la galassia più luminosa dell'ammasso.

L'effetto di lente gravitazionale ha permesso di individuare una serie di galassie remote situate alle spalle dell'ammasso con un redshift, calcolato con metodo fotometrico, compreso tra 5,5 e 7,5[4].

Galassie remote individuate dal lensing gravitazionale[modifica | modifica wikitesto]

La tabella riporta la lista di galassie remote "candidate". Il redshift è stato calcolato con metodo fotometrico.

Nome R.A. DEC Distanza (Miliardi a.l.)(*) Redshift (z)
RXJ1347-0186 13h 47m 35.1s -11° 44′ 16″ 12,935 6,9
RXJ1347-0310 13h 47m 30.2s -11° 44′ 28″ 12,904 6,7
RXJ1347-0346 13h 47m 31.7s -11° 44′ 32″ 12,904 6,7
RXJ1347-0471 13h 47m 32.9s -11° 44′ 42″ 12,854 6,4
RXJ1347-0628 13h 47m 36.7s -11° 45′ 01″ 12,871 6,5
RXJ1347-0649 13h 47m 29.9s -11° 44′ 53″ 12,668 5,5
RXJ1347-0828 13h 47m 36.7s -11° 45′ 01″ 12,871 6,5
RXJ1347-0943 13h 47m 33.9s -11° 45′ 09″ 13,017 7,5
RXJ1347-0989 13h 47m 34.9s -11° 44′ 58″ 12,871 6,5
RXJ1347-1202 13h 47m 33.3s -11° 45′ 15″ 12,836 6,3
RXJ1347-1316 13h 47m 30.5s -11° 45′ 28″ 12,888 6,6
RXJ1347-1760 13h 47m 33.7s -11° 45′ 53″ 12,692 5,6
RXJ1347-2025 13h 47m 30.2s -11° 46′ 23″ 12,888 6,6

(*) ("light travel time")

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Maruša Bradač, Tim Schrabback e Thomas Erben, Dark Matter and Baryons in the X-Ray Luminous Merging Galaxy Cluster RX J1347.5–1145, in The Astrophysical Journal, vol. 681, n. 1, 1º gennaio 2008, p. 187, DOI:10.1086/588377. URL consultato il 27 luglio 2016.
  2. ^ (EN) Swara Ravindranath e Luis C. Ho, Magellan Spectroscopy of the Galaxy Cluster RX J1347.5–1145: Redshift Estimates for the Gravitationally Lensed Arcs, in The Astrophysical Journal, vol. 577, n. 1, 1º gennaio 2002, p. 133, DOI:10.1086/342124. URL consultato il 27 luglio 2016.
  3. ^ Cluster Lensing And Supernova survey with Hubble (CLASH), su archive.stsci.edu. URL consultato il 27 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2016).
  4. ^ a b (EN) Marc Postman, Dan Coe e Narciso Benítez, The Cluster Lensing and Supernova Survey with Hubble: An Overview, in The Astrophysical Journal Supplement Series, vol. 199, n. 2, 1º gennaio 2012, p. 25, DOI:10.1088/0067-0049/199/2/25. URL consultato il 27 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari