Quiteria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Quiteria
SaintQuiteria.jpg
Santa Quiteria in un'icona brasiliana del XVIII secolo
 

Vergine martire

 
NascitaEntre Douro e Minho
MorteAire-sur-l'Adour, 22 maggio V° secolo
Venerata daChiesa cattolica, Chiese Ortodosse
Santuario principaleAire-sur-l'Adour
Ricorrenza22 maggio
Attributipalma del martirio, cane al guinzaglio, testa fare le mani.
Patrona diHigueruela; invocata contro la rabbia

Quiteria (Braga, ... – Aire-sur-l'Adour, 22 maggio 472) è stata una martire cristiana, venerata come santa della Chiesa cattolica che la ricorda il 22 maggio.

Agiografia[modifica | modifica wikitesto]

Di Quiteria non si sa nulla tranne il suo nome e il suo culto, di cui parla anche Gregorio di Tours.

Ci sono due leggende riguardanti il culto di Quiteria. La prima afferma che quest'ultima sia nata da un principe della Galizia che voleva farla sposare in modo che rinunciasse al cristianesimo. Quiteria scappò e gli uomini del padre la decapitarono a Aire-sur-l'Adour.

La seconda è di origine portoghese. Essa afferma che Quiteria era nata da un ufficiale dell'Impero Romano. La madre di Quiteria, disgustata dal fatto di aver partorito insieme nove bambine come se fosse stata una bestia, ordinò a una serva di farle annegare nel fiume. La serva disobbedì e diede in affido le bambine ad alcune donne locali. Da adulte le nove sorelle rinnegarono le divinità romane e furono condotte da loro padre. Quest'ultimo le riconobbe come figlie e volle che sposassero ufficiali romani; loro rifiutarono e furono rinchiuse in una torre. Tuttavia esse riuscirono a scappare liberando anche gli altri prigionieri. Successivamente guidarono una guerriglia contro l'Impero Romano, sui monti. Quiteria fu catturata e martirizzata.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Appare nel Martirologio romano, ma non in quelli più antichi come il Martyrologium Hieronymianum.

Quiteria è venerata anche in Portogallo, ove però le è attribuita una diversa leggenda.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN215123075 · BNF (FRcb13340326f (data) · WorldCat Identities (EN215123075
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie