Pupparin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pupparìno
Altri nomipuparìn
Caratteristiche costruttive
Lunghezzada 9 a 10 m
Larghezza1,20 m
Altezzaai fianchi 35 cm
Pesoca. 300 kg
Pescaggioca.5 cm
Materialelegno o compensato
Caratteristiche di trasporto
Propulsioneremi
Rematori2 o 4
Lung. remo3,4 m
Lung. remo di poppa3,55 m
Passeggerianticamente 2

Il pupparìn o pupparino (anche puparìn) è un'imbarcazione della Laguna di Venezia, dotata di forme molto eleganti, seconde soltanto a quelle della gondola.

La struttura[modifica | modifica wikitesto]

Disegno rappresentativo di un pupparino da regata

Facente parte della grande famiglia dei sandoli, il pupparin è lungo tra i 9 e 10 metri e largo 1,20 metri; ma ne esistono (come in tutte le brache tradizionali veneziane) molteplici versioni anche se tutte molto simili: esistono quelli da regata (e anch'essi di 2 tipologie), quelli a 2 o 4 remi che si differenziano nelle misure. Pur essendo un tipo di sandolo, è l'unica imbarcazione lagunare oltre alla gondola ad avere una struttura asimmetrica. L'asimmetria serve per la vogata a 1 solo vogatore e permette all'imbarcazione di scivolare sull'acqua di taglio creando una minore resistenza idrodinamica e una profilo migliore. Presenta una struttura diversificata anche longitudinalmente, il proviere (colui che voga a prua) voga a livello dell'acqua su pagliolo, mentre il poppiere voga su una postazione sopraelevata all'altezza dei fianchi, come nella gondola. Può ricordare la gondola inoltre per la forcola col comio e l'alta postazione del poppiere sulla coperta. Può essere utilizzato a due remi ed anche a quattro. Il suo peso varia dai 250 ai 375kg. Esso presenta un ferro da prova simile a quello del sandalo. La coda della poppa può essere dritta o incurvata come nella gondola.

Il suo profilo sottile e affilato, oltre allo slancio audace della prua e della poppa, fanno del pupparin una delle imbarcazioni tecnicamente più perfette, e testimonia l’eccezionale grado di perfezione raggiunta nei secoli dai maestri d’ascia veneziani.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua raffinatezza, il pupparin nei secoli passati veniva usato da alcune famiglie patrizie veneziane come barca da casada o come barca da vigilanza, ovvero come imbarcazione privata della famiglia (la casada appunto), segno di elevata condizione sociale. Le ricche decorazioni di queste barche portavano i colori della famiglia di appartenenza. Oramai il pupparin viene utilizzato principalmente nelle regate dei giovanissimi (13-19 anni) e in alcune regate degli uomini.

Foto di un vecchio pupparino pronto per la regata (si nota la forcola da pope)

Il pupparino per via della sa struttura sulle onde si rivela una barca briscolosa ovvero che si rolla molto ed è quindi una barca difficile da usare, più difficoltoso della gondola.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Ugo e Mauro Pizzarello e Mauro, Barche a Venezia, Noi e la Vogalonga, L'altra Riva, 1984.