Pozzo sacro Sa Mitza de Nieddinu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pozzo sacro Sa Mitza de Nieddinu
Pozzo nuragico Sa Mitza de Su Nieddinu- Guspini.jpg
Pozzo sacro Sa Mitza de Nieddinu
Civiltànuragica
Utilizzofonte sacra
EpocaEtà del Bronzo, 1200-900 a.C.
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneGuspini
Altitudine48 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie20 
Larghezza4 m
Amministrazione
EnteSoprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per citta' metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna
Visitabile
Mappa di localizzazione

Coordinate: 39°36′14.14″N 8°39′38.49″E / 39.603928°N 8.660692°E39.603928; 8.660692

Il pozzo sacro Sa Mitza de Nieddinu[1] è un monumento archeologico situato nel comune di Guspini lungo la strada SS126- Sud Orientale Sarda che collega Guspini con San Nicolò d'Arcidano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il sito è risalente all'Età del Bronzo ed è stato realizzato interamente con rocce basaltiche finemente lavorate. La struttura consta di una parete muraria quasi totalmente distrutta: è visibile solo la base del pozzo in quanto risulta privo della copertura della Tholos (difficile da poter ipotizzare come tipologia) anche se la camera è rimasta intatta. Possiamo contare 9 gradini che scendono verso il basso, fino a raggiungere l'acqua a circa due metri sotto terra. Il pozzo ha un perimetro di circa 18 metri e un'altezza massima di un metro e poco più. La sua apertura è rivolta a Nord e l'acqua scorre perenne tutto l'anno. Nei pressi del Pozzo sacro, a circa 1 km di distanza, si trova il Menhir Casa Cadeddu alto circa 1,60 m e costellato di coppelle.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]