Ponte sul Tresa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte sul Tresa
Valico Ponte Tresa.JPG
Localizzazione
Stato Italia Italia
Città Lavena Ponte Tresa
Ponte Tresa
Attraversa Tresa
Coordinate 45°58′01.23″N 8°51′32.19″E / 45.967009°N 8.858941°E45.967009; 8.858941Coordinate: 45°58′01.23″N 8°51′32.19″E / 45.967009°N 8.858941°E45.967009; 8.858941
Dati tecnici
Tipo ponte fisso
Materiale cemento armato
Lunghezza 60 m
Realizzazione
Costruzione 1962-1962
Mappa di localizzazione

Il Ponte sul Tresa è un ponte stradale transfrontaliero sul fiume Tresa tra Italia e Svizzera che collega Lavena Ponte Tresa (Lombardia) con Ponte Tresa (Canton Ticino).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte più antico venne costruito in una data imprecisata nell'alto medioevo: già nel IX secolo si fa riferimento al ponte[1], poi venne costruito un nuovo ponte intorno al 1000 che venne attraversato anche da Federico Barbarossa quando venne incoronato imperatore del Sacro Romano Impero nel 1155. Il ponte venne ricostruito a metà 1400 poi con la Pace perpetua del 1516 firmata tra la Svizzera e il Ducato di Milano a conclusione delle Campagne transalpine dei Confederati il ponte divenne confine di stato; nel 1847 venne costruito un nuovo ponte che venne demolito nel 1961 per far posto al ponte attuale aperto nel 1962[2].

Il ponte medievale era di proprietà dell'arcidiocesi di Milano e venne donato nel XVI secolo alle famiglie notabili del luogo, i de Stoppani e i Crivelli; rimase in loro possesso fino al 1828 quando divenne proprietà cantonale[3].

Fino alla costruzione del Ponte-diga di Melide nel 1847 sul Lago di Lugano il ponte sul Tresa era il passaggio stradale più agevole per collegare Varese, il Mendrisiotto e Como con Bellinzona.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte è un ponte fisso lungo 60 metri costruito in cemento armato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]