Ponte Fatih Sultan Mehmet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte Fatih Sultan Mehmet
Most Sułtana Mehmeta Zdobywcy Istambuł RB1.jpg
Localizzazione
StatoTurchia Turchia
CittàIstanbul
AttraversaBosforo
Coordinate41°05′28″N 29°03′40″E / 41.091111°N 29.061111°E41.091111; 29.061111Coordinate: 41°05′28″N 29°03′40″E / 41.091111°N 29.061111°E41.091111; 29.061111
Dati tecnici
TipoPonte sospeso
Materialeacciaio
Lunghezza1,510 m
Larghezza39 m
Altezza105 m
Realizzazione
ProgettistiFreeman Fox & Partners
Costruzione1986-3 luglio 1988
Mappa di localizzazione

Il ponte Fatih Sultan Mehmet (in turco: Fatih Sultan Mehmet Köprüsü, F.S.M. Köprüsü o 2. Boğaziçi Köprüsü), chiamato anche il "secondo ponte sul Bosforo", è uno dei tre ponti di Istanbul, in Turchia che attraversano lo stretto del Bosforo (in turco: Boğaziçi) e che permettono di collegare l'Europa con l'Asia.

L'altro è il ponte sul Bosforo che si trova tra il quartiere di Ortaköy (sul lato europeo) e Beylerbeyi (nella parte asiatica) e fu inaugurato nel 1973.

Il ponte prende il nome dal sultano ottomano del XV secolo Mehmet il Conquistatore, che prese Costantinopoli (Istanbul) nel 1453. Il ponte porta le vie di comunicazione E80, AH1 e O-2.

Si tratta di un ponte sospeso con piloni in acciaio e ganci inclinati. La sua lunghezza è di 1.510 metri per 39 m di larghezza. La distanza tra le torri (campata principale) è 1.090 m e la loro altezza sul livello della strada è di 105 m. Il ponte è formato da 2 carreggiate ognuna suddivisa in 4 corsie.

İstanbul.jpg
Ingrandisci
Veduta panoramica del Bosforo, con il ponte Fatih Sultan Mehmet (1988) a destra.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]