Piano Cerdà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piano originale del Plan Cerdà
Schema delle manzana (isolato)
Struttura delle manzana

Il Piano Cerdà o Plan Cerdá fu un piano di riforma urbanistica e ampliamento della città di Barcellona del 1860 che seguiva un impianto a scacchiera a griglia aperta e egualitaria. Fu creato dall'ingegnere Ildefonso Cerdá e la sua approvazione fu seguita da forte polemica perché imposto dal governo del Re di Spagna contro il piano di Antonio Rovira e Trias che aveva vinto un concorso del comune di Barcellona.

L'ampliamento previsto dal piano si dispiegava su un'immensa area libera di essere edificata e da essere considerata zona militare strategica. Proponeva una griglia continua di manzana (isolato) di 113,3 metri da Besós fino a Montjuic, con strade di 20,30 e 60 metri con un'altezza massima di costruzione di 16 metri. La novità nell'applicazione della pianta a scacchiera consisteva nel fatto che le manzana avevano delle Chaflán, ovvero gli angoli smussati di 45° per aver una maggiore visibilità negli incroci[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]